menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
mainerio-ponte-5

mainerio-ponte-5

Como, tre anni fa il crollo del ponte. Una famiglia aspetta l'intervento del Comune

Lavori in corso dall'estate del 2013. Era il 29 luglio di quell'anno quando il ponte di via Borgomainerio (zona Camnago Volta), che attraversa il torrente Cosia, crollò a causa delle abbondanti piogge. Da allora la famiglia Arnaboldi attende...

Lavori in corso dall'estate del 2013. Era il 29 luglio di quell'anno quando il ponte di via Borgomainerio (zona Camnago Volta), che attraversa il torrente Cosia, crollò a causa delle abbondanti piogge. Da allora la famiglia Arnaboldi attende che il Comune di Como realizzi un nuovo ponte percorribile anche dalle automobili. Infatti, il Comune intervenne subito realizzando un ponticello pedonale temporaneo. Da allora nulla è cambiato. La famiglia Arnaboldi non può accedere con la macchina alla sua proprietà. Il problema tocca anche diversi cittadini proprietari di terreni situati al di là del ponte (se si proviene dal centro Camnago Volta).

"Il ponte si trova su una strada consortile - ha tenuto a specificare Orietta Deana Arnaboldi - ed è di competenza comunale. I privati non potrebbero intervenire neanche volendo. Intanto sono passati tre anni e da allora viviamo un grave disagio visto che dobbiamo lasciare sempre le auto al di là del ponte. C'è poi tutta una questione di sicurezza. Gli argini in prossimità del ponte stanno vistosamente cedendo e secondo noi c'è il concreto rischio di nuovi cedimenti o crolli. Ma tra rimpalli di responsabilità tra Comune e Regione nessuno ci ha ancora detto quando verrà finalmente realizzato il nuovo ponte".

Una domanda, quella della signora Deana Arnaboldi, alla quale non sanno rispondere nemmeno in Comune. L'unica certezza è che sono state stanziate a bilancio le risorse per la messa in sicurezza e il rifacimento degli argini in corrispondenza del fiume. Si parla di una cifra compresa tra i 100mila e 150mila euro. Questo stanziamento, però, non contempla la realizzazione di un nuovo ponte per le auto. Per quello, è evidente, occorrerà aspettare ancora molto tempo. Secondo l'agguerrita signora Arnaboldi, tra l'altro, qualcosa non quadra: "A luglio ho parlato personalmente con un ingegnere del settore Reti e strade del Comune di Como che mi ha detto che quello stanziamento di 150mila euro servirà per il rinforzo statico e il rifacimento della soletta del Cosia in corrispondenza del ponte di via Ambrosoli e non di via Borgomainerio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento