Cronaca

Como, spara ai tassi nel giardino di casa: la vicina chiama la polizia

Uno sparo, un bagliore, poi il rumore di un animale che rotola tra l'erba. Una donna residente in via Imbonati a Como ha allertato la polizia ieri intorno alle 22.40. Gli agenti hanno raccolto la testimonianza di un altro residente della zona che...

Como, spara ai tassi nel giardino di casa: la vicina chiama la polizia

Uno sparo, un bagliore, poi il rumore di un animale che rotola tra l'erba. Una donna residente in via Imbonati a Como ha allertato la polizia ieri intorno alle 22.40. Gli agenti hanno raccolto la testimonianza di un altro residente della zona che ha confermato la segnalazione della donna e che ha raccontato di aver sentito la stessa scena ripetersi più volte nelle sere precedenti e che il proprio gatto è ritornato a casa con una zampa ferita da alcuni pallini di fucile. I poliziotti della volante della Questura hanno rintracciato il proprietario dell'abitazione e del giardino da dove pareva fossero arrivati gli spari. L'uomo dopo una prima reticenza ha ammesso di essere stato lui a sparare per difendere il suo giardino da alcuni roditori (verosimilmente tassi) che da un po' di tempo facevano capolino nella sua proprietà.

In casa dell'uomo la polizia ha trovato 9 fucili otto fucili (privi di munizionamento) e 3 pistole. Le munizioni erano sparse per tutta casa, nei cassetti, negli armadi, sui mobili. L'uomo ha mostrato la denuncia di possesso e detenzione di alcune armi che però risulta ancora intestata al padre ormai defunto, e non completa poiché mancante di un fucile e di una pistola ritrovati in casa ma non elencati nei documenti. Le armi non denunciate sono state tutte sequestrate e ritirate. Il 56enne - che risponde alle iniziali di B. C. - è stato accompagnato in Questura e indagato in stato di libertà per detenzione illegale di armi e munizionamento e per omessa custodia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, spara ai tassi nel giardino di casa: la vicina chiama la polizia

QuiComo è in caricamento