Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Como, sentenza storica: "Parcheggi blu illegittimi"

E' una semplice sentenza del giudice di pace che rischia però di essere un precedente epocale per la città e per l'amministrazione comunale che potrebbe dover rivalutare completamente la politica dei parcheggi. Un cittadino nell'ottobre 2013 ha...

viale-varese-posti-blu

E' una semplice sentenza del giudice di pace che rischia però di essere un precedente epocale per la città e per l'amministrazione comunale che potrebbe dover rivalutare completamente la politica dei parcheggi. Un cittadino nell'ottobre 2013 ha preso una multa perché ha parcheggiato nel tratto finale di viale Varese (tratto finale vicino a Torre Gattoni) senza pagare il parcometro. Il giudice, con sentenza dello scorso novembre, ha annullato la multa e condannato il Comune a pagare le spese legali.

L'avvocato del cittadino è Mario Lavatelli (presidente Associazione civica utenti della strada) che nel ricorso per opporsi alla multa ha citato la delibera di giunta del 1995 con la quale l'amministrazione comunale aveva definito tutto il territorio cittadino (periferie comprese) di particolare rilevanza urbanistica. Quella delibera è stata anche il presupposto del provvedimento del 2013 con il quale la giunta di Mario Lucini ha deciso di eliminare centinaia di posti bianchi per trasformarli in blu (compresi quelli nel tratto finale di viale Varese). Dunque, secondo Lavatelli (e il giudice gli ha dato ragione) in prossimità dei posti blu di viale Varese sarebbero dovuti essere previsti un numero congruo di posti bianchi. La delibera del 1995 (e quindi anche quella del del 2013) sarebbe illegittima perché il Comune non ha spiegato i motivi per i quali tutto il territorio comunale avrebbe le caratteristiche di zona di particolare rilevanza urbanistica. Non prevedendo posti bianchi vicino ai posti blu l'amministrazione avrebbe violato l'articolo 7 del codice della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, sentenza storica: "Parcheggi blu illegittimi"

QuiComo è in caricamento