Cronaca Via Vittorio Emanuele II

Como: scarcerato il mattino, commette 2 reati. La sera viene arrestato di nuovo

Meno di 12 ore a piede libero

È successo ieri, 27 febbraio: la polizia di Como ha arrestato M.M., un cittadino italiano di 33anni, pluripregiudicato, che era stato scarcerato proprio il mattino, avendo finito di scontare la propria pena. Peccato che l'uomo non abbia forse tratto un buon insegnamento dalla sua reclusione, visto che dopo qualche ora gli agenti lo hanno notato girovagare in via Vittorio Emanuele in palese stato di ebbrezza. Quindi i poliziotti lo hanno sanzionato per il reato di ubriachezza molesta e per lui è stato scelto il provvedimento di divieto di avvicinamento a Como.
Ma, sorpresa, 6.30 del tardo pomeriggio la sala operativa della questura di Como ha ricevuto una chiamata per rapina a un negozio di telefonia in via Cadorna. La volante ha fatto in tempo a raggiungere il malvivente e a bloccarlo, anche se con molta fatica visto che l'uomo era decisamente recalcitrante all'arresto, e una volta identificato chissà quale sorpresa hanno avuto gli agenti scoprendo che si trattava dell'uomo sanzionato poco prima e rilasciato dal carcere soltanto quella stessa mattina. Caricato sulla pantera per essere portato in questura, l'uomo ha passato l'intero tragitto offendendo i poliziotti, alternando momenti di calma a momenti di aggressività, con addirittura atti di autolesionismo.

Considerando la flagranza di reato e anche la sua recente condotta, l'uomo è stato subito arrestato per rapina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e portato al Bassone in attesa del rito per direttissima, che si è svolto questa mattina e si è concluso con la convalida dell'arresto. L'udienza su richiesta della difesa è fissata al 10 marzo, ma intanto l'uomo resta in carcere.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como: scarcerato il mattino, commette 2 reati. La sera viene arrestato di nuovo

QuiComo è in caricamento