Venerdì, 24 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Como ricorda il brigadiere Carluccio, vittima eroica del terrorismo in viale Lecco

E' stata celebrata questa mattina, 15 luglio 2013, la cerimonia per ricordare il 32 anniversario della morte di Luigi Carluccio, brigadiere della Polizia di Stato deceduto nel tentativo di disinnescare un ordigno esplosivo collocato in viale Lecco...

E' stata celebrata questa mattina, 15 luglio 2013, la cerimonia per ricordare il 32 anniversario della morte di Luigi Carluccio, brigadiere della Polizia di Stato deceduto nel tentativo di disinnescare un ordigno esplosivo collocato in viale Lecco, all’angolo con via Sacco il 15 luglio 1981. Dopo la messa nella chiesa di San Fedele il corteo con in testa le autorità (sindaco, prefetto e questore di Como) si è recato in viale Lecco per la deposizione della corona di fiori sulle note del silenzio militare. Nel maggio del 2008 in piazza Del Popolo a Roma durante le celebrazioni per il 156° Anniversario della Polizia di Stato era stata conferita la Medaglia d’Oro al Merito Civile alla Memoria al Brigadiere Luigi Carluccio artificiere in forza alla Questura di Milano con la seguente motivazione: "La notte tra il 14 e il 15 luglio 1981 a Como furono collocati numerosi ordigni esplosivi per protestare contro la costruzione del carcere “Bassone”. Il Brigadiere Luigi Carluccio, dopo aver disinnescato alcuni ordigni, veniva investito dall’esplosione di un congegno, perdendo la vita. Nobile esempio di coraggio, altruismo ed elette virtù civiche spinte sino al sacrificio della vita, per il bene della collettività. Como, 15 luglio 1981".

Presenti come sempre anche la moglie del brigadiere e il figlio Alessandro che ha raccontato ai microfoni di Quicomo la sua convivenza con il ricordo del padre, benché non lo abbia mai conosciuto in quanto nel luglio 1981 aveva solo otto mesi: "Ma è come se sia stato sempre accanto a me, perché mia mamma ha tenuto vivo il suo ricordo raccontandomi tutto di lui. E' stato un esempio per me, tanto che mi sono arruolato anche io in polizia, a Lecce".

Si parla di

Video popolari

Como ricorda il brigadiere Carluccio, vittima eroica del terrorismo in viale Lecco

QuiComo è in caricamento