menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
"Como pulita", convenzione scaduta. Iantorno: "Rinnoviamo". Rovi (Pd): "Servono regole"

"Como pulita", convenzione scaduta. Iantorno: "Rinnoviamo". Rovi (Pd): "Servono regole"

"Como pulita", convenzione scaduta. Iantorno: "Rinnoviamo". Rovi (Pd): "Servono regole"

Alla mezzanotte di oggi, 28 agosto, scadrà formalmente la convenzione stipulata esattamente due anni fa tra il Comune di Como e l'associazione di volontari "Per Como pulita". Ma nel contempo il dibattito sulle attività del gruppo di cittadini è...

Alla mezzanotte di oggi, 28 agosto, scadrà formalmente la convenzione stipulata esattamente due anni fa tra il Comune di Como e l'associazione di volontari "Per Como pulita". Ma nel contempo il dibattito sulle attività del gruppo di cittadini è piuttosto acceso anche di fronte alla posizione formale del Comune di Como che ha sollevato perplessità sull'ultimo intervento per la pulizia delle mura, definito "non autorizzato" e facendo intuire che, almeno limitatamente agli interventi sui monumenti e beni vincolati, la prossima convenzione potrebbe ribadire il divieto di interventi.

Oggi, nel frattempo, si registra la posizione ufficiale dell'assessore al Patrimonio, Marcello Iantorno, che annuncia come - assieme alla collega con delega alle Opere pubbliche, Daniela Gerosa - la prossima settimana la nuova convenzione sarà discussa dalla giunta comunale e certamente rinnovata.

iantorno-libro"Come è noto l'associazione denominata "Per Como pulita" si è resa disponibile, a titolo di volontariato e nell'ottica del perseguimento dello scopo sociale, ad effettuare gratuitamente interventi di rimozione di scritte e/o graffiti che deturpano immobili di proprietà comunale - spiega Iantorno - La fine di agosto 2013 è stata stipulata con l'associazione apposita convenzione della durata di due anni disciplinante l'effettuazione di detti intervento a titolo gratuito e in termini di volontariato con messa a disposizione da parte del Comune" anche di un contributo massimo di 2.500 euro annui oltre a un piccolo deposito a titolo gratuito in via Collegio dei Dottori. L'assessore ribadisce la volontà reciproca di rinnovare l'intesa, sebbene limitatamente agli edifici comunali, come peraltro è sempre stato (sugli immobili privati, tutto è regolato da intese tra associazione e proprietari). "Il Comune, in ragione della meritoria attività espletata in questi anni nell'interesse della collettività - conclude Iantorno - con la approvazione di un indirizzo da parte della Giunta riproporrà all'associazione il rinnovo per un pari periodo di tempo, rinnovo al quale l'associazione, peraltro, ha di recente manifestato la propria disponibilità . Una volta approvato lo indirizzo si procederà da parte degli Uffici all'adozione dei necessari atti formali".

rovi-guido-isolaA livello di amministrazione, però, va registrata anche la posizione di un consigliere di maggioranza, Guido Rovi del Pd. Il quale sottolinea come serva comunque un confronto con l'associazione, almeno nell'ottica della chiarezza reciproca e per evitare equivoci spiacevoli. "Può essere antipatico - afferma Rovi - ma magari un terzo che si vede riverniciata la facciata del negozio di una tonalità diversa da quella originaria con una lunga fascia orizzontale di tono differente, potrebbe anche non gradire (ed è successo). Il risultato può essere per il proprietario anche più fastidioso delle tag presenti prima. Solo che chi ha fatto la tag, voleva vandalizzare, chi ha ridipinto no, e allora perché non parlarsi?".

"Credo - aggiunge il consigliere - che da un lato vada lodato l'impegno civico di chi voglia impegnarsi per pulire la città, ma serve anche una qualche regola. L'estemporaneità e lo zelo devono essere accompagnati da professionalità (specialmente se ci mette a toccare quello che è un monumento). Del resto per le azioni di pulizia sui monumenti esistono prodotti specifici e competenze che si apprendono con un iter formativo professionale post diploma: non ci si può improvvisare. Il senso civico deve essere guidato, non basta la buona volontà. Bene il volontariato e la passione per tutelare i beni comuni. Meglio avvalersi di quelle dinamiche che mettono in relazione con quelle professionalità che permettono poi di dare un contributo impeccabile al volontariato".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

social

Lago di Como, cinque trattorie all'aperto con vista mozzafiato

social

I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

WeekEnd

Le 10 migliori gite al Lago di Como e dintorni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento