menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Como, lezioni universitarie sospese a causa del coronavirus

Atenei della Lombardia chiusi fino al 2 marzo

Riportiamo il comunicato scritto e inviato oggi, 22 febbraio 2020, dal Prof. Remo Morzenti Pellegrini Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo e Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università.

«L’evoluzione della situazione relativa alla diffusione del Coronavirus impone l'adozione di misure cautelative a tutela della salute pubblica e del sereno funzionamento delle attività istituzionali di tutti gli atenei della Lombardia, stante la naturale e massiccia mobilità degli studenti, lombardi e non, all'interno del territorio regionale.

Nei giorni da lunedì 24 febbraio a sabato 29 febbraio, saranno sospese le attività didattiche (lezioni, esami e lauree) 

Riteniamo che, in assenza di diverse indicazioni da parte delle Autorità, tutte le attività potranno riprendere lunedì 2 marzo. Sedute di laurea ed esami saranno rinviati secondo calendari che verranno predisposti dalle singole sedi.
La nostra azione avviene e proseguirà in stretto contatto con le Autorità civili e sanitarie.

Informeremo studenti, personale e cittadinanza con tempestività riguardo ad ogni aggiornamento utile». 

Angelo Tagliabue il Rettore dell' Università degli Studi dell’Insubria in un comunicato specifica che: «... eventuali termini o scadenze amministrative per gli studenti sono sospesi, senza oneri di alcun tipo. L'accesso alle biblioteche sarà consentito solo per le funzioni di prestito e restituzione, anch’essi comunque prorogati. Saranno chiusi gli spazi riservati alla consultazione e allo studio.
Riteniamo che, in assenza di diverse indicazioni da parte delle Autorità, tutte le attività potranno riprendere lunedì 2 marzo. In particolare le attività didattiche e gli esami sono rinviati esattamente di una settimana.
A quegli studenti che, anche nei giorni successivi al 1° marzo, si trovassero nell'impossibilità di frequentare l'Università, perché residenti in comuni ancora interessati da un provvedimento di blocco, sarà concesso di sostenere eventuali esami in un momento successivo agli appelli previsti ed eventuali assenze a lezione non verranno computate ai fini del raggiungimento delle soglie minime di frequenza ai corsi».

Per qualsiasi informazione o necessità di contatto con gli uffici di segreteria, riducendo al minimo indispensabile gli spostamenti, è a disposizione il servizio Infostudenti: https://www.uninsubria.it/servizi/infostudenti-servizio-informazioni-gli-studenti 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Nuovo Decreto Draghi, prevale la linea dura fino al 31 luglio: le regole

Coronavirus

Arriva il passaporto vaccinale europeo, ecco come funziona

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento