rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Como Centro / Viale Fratelli Rosselli

Giovane svizzero immobilizzato e derubato nella notte a Como: il rapinatore ha 16 anni

Intervenuta la polizia di Stato

Sabato notte 2 luglio a Como un ragazzo di 18 anni svizzero è stato rapinato davanti a una gelateria (estranea ai fatti) in viale Rosselli. Era  circa l'1.20 quando il giovane, che passeggiava con altri due amici, è stato prima accerchiato e poi immobilizzato da un altro gruppo di ragazzi che sono riusciti a rubargli il portafoglio con circa 100 euro all'interno.

La scusa per avvicinarsi è stata quella di chiedere una sigaretta, ma dopo qualche secondo sono spuntati altri ragazzi che hanno preso di mira il 18enne svizzero e lo hanno aggredito. La polizia di Stato è intervenuta con una pattuglia e i tre ragazzi svizzeri hanno raccontato cosa era successo e indicato la direzione che avevano preso gli aggressori dopo essersi allontanati con il portafoglio: erano andati verso il Tempio Voltiano.

La vittima ha anche fornito alla polizia una descrizione dettagliatissima di uno dei rapinatori: età, corporatura, altezza e abbigliamento.

Verso le ore 02.20, quindi un’ora dopo i fatti, la vittima ha chiamato nuovamente il 112  riferendo di aver incrociato l'autore dell’aggressione mentre camminava tranquillamente in piazza Volta. 

A quel punto la volante, raggiunta la piazza, ha fermato il soggetto.

Una volta in Questura le vittime hanno formalizzato la denuncia e verbalizzato il riconoscimento del ragazzo fermato che, su indicazioni del PM di turno del Tribunale per i Minorenni di Milano, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di rapina in concorso. Si tratta di un cittadino ucraino di 16 anni residente a Fino Mornasco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane svizzero immobilizzato e derubato nella notte a Como: il rapinatore ha 16 anni

QuiComo è in caricamento