Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Bandiera dell'Isis davanti al Duomo di Como: è un convegno cattolico al Centro pastorale

La locandina di presentazione dell'evento è davvero a tinte fortissime. Anche di più: un guerrigliero islamico dell'Isis innalza la bandiera nera dell'autoproclamato Califfato che sta seminando terrore in tutto il mondo nel cuore di piazza Verdi...

isis-como-1

La locandina di presentazione dell'evento è davvero a tinte fortissime. Anche di più: un guerrigliero islamico dell'Isis innalza la bandiera nera dell'autoproclamato Califfato che sta seminando terrore in tutto il mondo nel cuore di piazza Verdi, tra Duomo e Teatro Sociale. Fotomontaggio, naturalmente, ma assolutamente voluto e non casuale. Lo conferma, con estrema cortesia e motivando la scelta, Riccardo Cascioli, il direttore del "La Nuova Bussola Quotidiana", media con sede a Monza e, come si legge sul sito ufficiale, "gruppo di giornalisti cattolici, accomunati dalla passione per la fede, che vogliono offrire una Bussola per orientarsi tra le notizie del giorno, tentando di offrire una prospettiva cattolica nel giudicare i fatti: certi che l'esperienza cristiana è in grado di abbracciare e rispettare pienamente la dignità dell'uomo". Ulteriore elemento notevole, il fatto che la conferenza di Cascioli, il prossimo 11 dicembre dalle 20.45, si terrà al Centro Pastorale Cardinal Ferrari di viale Battisti 8, emanazione della Diocesi e peraltro a pochi passi da dove sono ospitati gli extracomunitari e i profughi per il periodo invernale.

"La locandina pensata così - spiega Riccardo Cascioli - è una provocazione, naturalmente. Ma aiuta a trasmettere un messaggio chiaro: non possiamo più chiudere gli occhi e far finta di non vedere cosa sta accadendo. Mi rendo conto che vedere la bandiera dell'Isis nel cuore di Como possa essere un pugno nello stomaco, ma oggi nessuno può escludere che anche a Como ci siano islamici sensibili ai richiami dell'Isis e pronti a radicalizzarsi. Fasce di immigrati che non sono immuni dal "fascino" di certe parole esistono ovunque". La serata dell'11 dicembre, peraltro, ha già un titolo quanto mai esplicito: "Isis, arriverà anche a Como? Islam, fondamentalismo e immigrazione: tre problemi che riguardano tutti". E da qui parte il ragionamento del direttore responsabile de "La Nuova Bussola Quotidiana". "Affronterò i temi che si intrecciano Islam, terrorismo e guerra in corso, anche sul fronte della nostra sicurezza - specifica Riccardo Cascioli - Ma il tema non è tanto se e come lo Stato Islamico potrà arrivare in Italia con un'invasione militare sullo stile di quella degli Alleati nella Seconda Guerra Mondiale. Il punto, piuttosto, è che già oggi gruppi e cellule di potenziali terroristi sono presenti nel nostro Paese e infiltrati nelle nostre società. Eppure, di fronte a questa evidenza che proprio in questi giorni è apparsa ancora più lampante a chiunque, la debolezza culturale di molti intellettuali e di molti governanti, in omaggio a un incomprensibile politically correct, permette che si chiudano gli occhi e che si faccia finta di non vedere quale pericolo possa rappresentare l'Islam estremista. Perché è vero che non tutti i musulmani sono terroristi dell'Isis, ma è altrettanto assurdo negare il legame diretto della religione islamica con il terrorismo".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandiera dell'Isis davanti al Duomo di Como: è un convegno cattolico al Centro pastorale

QuiComo è in caricamento