Como contro le stragi del mare: protesta davanti alla Prefettura

Anche Como ha aderito alla protesta organizzata simultaneamente in tante diverse province italiane fuori dalle rispettive Prefetture alle 17. L'appello a partecipare alla manifestazione, lanciata da Arci, è stato raccolto anche dai sindacati...

Anche Como ha aderito alla protesta organizzata simultaneamente in tante diverse province italiane fuori dalle rispettive Prefetture alle 17. L'appello a partecipare alla manifestazione, lanciata da Arci, è stato raccolto anche dai sindacati. Fuori dalla Prefettura di via Diaz Volta, nel centro storico del capoluogo, si sono riunite decine di persone per chiedere al Governo italiano e alla Unione Europea provvedimenti che possano evitare episodi tragici come quelli che negli ultimi giorni hanno visto morire nel Mediterraneo centinaia di migranti.

"In una settimana più di mille morti in due stragi annunciate - spiega l'Arci nell'invito rivolto a tutte le realtà associative e alla cittadinanza - Stragi che hanno responsabilità precise: le scelte politiche e le leggi dei governi dell’UE (compreso quello italiano) che consegnano le persone in cerca di protezione nelle mani dei mercanti di morte. Aumentando controlli e mezzi per pattugliare le frontiere non si fermeranno le stragi come dimostra quest’ultima tragedia, in cui i morti potrebbero addirittura essere 900, avvenuta a poche ore da quella che ha portato a morire altre 400 persone. Chi scappa per salvare la propria vita e quella dei suoi cari non si ferma davanti al rischio di morire in mare. Non c’è più tempo da perdere".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

in particolare la protesta chiede che vengano subito aperte vie d’accesso legali e canali umanitari, e che il governo italiano, in attesa che sia la Ue a farsene carico, riattivi subito un programma di ricerca e salvataggio in tutta l’area del Mediterraneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Como la gara a chi mangia più arrosticini: il record da battere è 51

  • I 7 migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Studente positivo al covid al liceo Giovio di Como. E adesso cosa succede?

  • Ridha Mahmoudi, l'assassino di don Roberto

  • Incidente sulla A9 in direzione Como a causa di un cervo: lunghe code

  • Il piano segreto dell'Italia per invadere la Svizzera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento