Cronaca Viale Lorenzo Spallino, 1

Como, 7 anni a chi la violentò da bambina: lei riuscì a denunciare solo da maggiorenne

Ieri mattina la sentenza del Tribunale di Como

Una storia che comincia molti anni fa quando, la ragazza che oggi ha circa 20 anni, di Mozzate, subì violenze sessuali. Ai tempi dei terribili abusi aveva solo 11 anni e, probabilmente anche perchè a infierire su di lei era un "amico" di famiglia, la bimba non riuscì subito a denunciare quello che le stava capitando e questi orribili episodi di violenza proseguirono per quasi tre anni.

L'uomo, infatti, oltre a molestare la piccola, approfittando dell'amicizia dei genitori e del fatto di poter entrare in casa senza insospettire nessuno, secondo quanto emerso successivamente, in alcune occasioni aveva anche portato un amico a cui 'cedeva' la bambina come fosse un oggetto.

Anni ed anni di silenzio e paura poi, grazie all'incontro con una signora per cui la madre prestava servizio, la giovane si è decisa a raccontare e denunciare tutto, dopo molti anni, quando aveva già raggiunto la maggiore età.

L’inchiesta è stata portata avanti dal pubblico ministero Massimo Astori e ieri mattina, 24 giugno, il Tribunale di Como si è espresso con una condanna a 7 anni. Purtroppo uno dei due uomini, l ''amico di famiglia", risulta al momento latitante, mentre l'altro, 45enne residente in provincia di Varese è ai domiciliari. 

La condanna a 7 anni è stata stabilita in rito abbreviato dove in caso di condanna, la pena è ridotta di un terzo (per i delitti).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, 7 anni a chi la violentò da bambina: lei riuscì a denunciare solo da maggiorenne

QuiComo è in caricamento