menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Como centro: 31 euro per 2 pizze e 2 coperti. "Colpa delle tasse o eccesso?"

Como centro: 31 euro per 2 pizze e 2 coperti. "Colpa delle tasse o eccesso?"

Como centro: 31 euro per 2 pizze e 2 coperti. "Colpa delle tasse o eccesso?"

Riceviamo e pubblichiamo una breve riflessione di un comasco dopo una cena consumata il 29 luglio in una pizzeria situata in una piazza del centro storico di Como. Molti - del tutto legittimamente, come è già accaduto in questo caso - storceranno...

Riceviamo e pubblichiamo una breve riflessione di un comasco dopo una cena consumata il 29 luglio in una pizzeria situata in una piazza del centro storico di Como. Molti - del tutto legittimamente, come è già accaduto in questo caso - storceranno il naso, criticheranno l'articolo e altri aspetti ancora. Fa assolutamente parte del gioco ed è del tutto legittimo, ma come accade per le segnalazioni di buche, incidenti o trame politiche, se il contributo di un lettore non contravviene ad alcuni principi base per la pubblicazione (veridicità verificabile, correttezza, trasparenza, educazione tra gli altri) ha trovato, trova e troverà sempre spazio su queste pagine. Dunque, torniamo alla vicenda della quale - dopo l'opportuno confronto diretto con il lettore per appurarne i dettagli - evitiamo per una questione di riservatezza i dati anagrafici.

Lo spunto, come si può notare nella foto, è uno scontrino. Di cui - al di là della sottolineatura sul numero di serie 33 alle 22.19 - viene evidenziato in particolare l'esborso finale: 51 euro in totale per due persone, con il grosso della cifra maturato dal solo costo di due pizze (4 stagioni a 13 euro, Tirolese a 12, "ottime") e il coperto (6 euro totali). Insomma, 31 euro per 3 sole voci, a cui vanno poi aggiunti i prezzi dell'acqua gasata (3,50 euro), di 2 caffè (4 euro totali) e di due birre (12,50 euro in totale) che portano la somma finale a quota 51. Al netto delle possibili obiezioni sulle opportunità di poter scegliere altri locali in città, sulla facoltà di consultare prima i menu o sul "peso" che può avere sullo scontrino la posizione del locale in centro storico, il lettore pone una questione: "Como città turistica? Purtroppo (paradossalmente ndr) sì, visto il conto". Con un dubbio aggiuntivo: "Sarà la tassa di occupazione pubblico che fa lievitare i prezzi o si vuole soltanto spennare i turisti?".

Ognuno, naturalmente, potrà farsi la propria opinione ed esprimerla anche qui.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento