Molesta due donne poi aggredisce un uomo con una pietra di 4 chili: arrestato

In carcere un 23enne già condannato a due anni per il ferimento di un poliziotto

La pietra da 4 Kg usata per l'aggressione

Lo scenario è proprio quello della Como turistica, la vetrina della città, ovvero i Giardini a Lago. Qui un uomo di 23 anni, Abdi Naasir, di origine somala, dopo aver chiaramente fatto abuso di alcol, ha importunato due donne e si è poi spostato nella zona di via Vittorio Veneto dove ha ferito un 35enne del Gambia a suon di pietrate. Tutto è iniziato intorno alle 17, quando una pattuglia della polizia locale è stata fermata da due donne che dicevano di essere state pesantemente infastidite da un uomo di colore. Scattate le ricerche, gli agenti hanno praticamente subito individuato un uomo che corrispondeva alla descrizione fatta dalle signore, ma si sono contemporaneamente accorti che non distante da lui un altro extracomunitario, originario del Gambia, aveva la testa e il collo insanguinati.

somalo aggredisce con pietra como 3-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il racconto dell'uomo e dei testimoni chiarisce che alcuni minuti prima il sospettato delle molestie l'aveva colpito con una pietra, che gli agenti ritroveranno e che pesa quasi 4 kg e che solo per un caso fortuito non gli ha provocato danni molto più seri. A quel punto gli agenti chiedono al sospetto di identificarsi ma ottengono invece che quello scappi in direzione di viale Rosselli, dove viene bloccato dopo un breve inseguimento. Qui però anche gli agenti vengono colpiti, uno addirittura riporta qualche giorno di prognosi. Non contento l'uomo durante il trasporto al comando della polizia si sfoga contro l'automezzo che lo sta accompagnando provocando dei danni.
Il 52enne, che è risultato anche in possesso di mezzo grammo di marijuana è in realtà una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine: pochi mesi fa infatti ha subito una condanna a due anni per aver aggredito e ferito un poliziotto della Questura. Nel nuovo processo per direttissima il somalo ha patteggiato una pena di due anni, che si cumulano a quelli già ottenuti, e che da oggi sconterà al carcere del Bassone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

  • Omicidio in piazza San Rocco a Como: ucciso don Roberto Malgesini

  • Lago di Como, Chiara Ferragni a Blevio con Fedez e la pizza clandestina

  • Chi era don Roberto Malgesini: un vero prete "di strada", in aiuto dei più deboli

  • Sagre e street food: un goloso fine settimana a pochi chilometri da Como

  • Lo ha ucciso con un coltello: chi è l'assassino di Don Roberto Malgesini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento