Como Borghi, un progetto per riqualificare il quartiere

È stato presentato il progetto “Radici e Ali”, un progetto di coesione sociale che si ripropone di far riscoprire e riqualificare gli spazi pubblici del quartiere di Como Borghi attraverso il coinvolgimento diretto degli abitanti nella loro...

È stato presentato il progetto “Radici e Ali”, un progetto di coesione sociale che si ripropone di far riscoprire e riqualificare gli spazi pubblici del quartiere di Como Borghi attraverso il coinvolgimento diretto degli abitanti nella loro progettazione, trasformazione e gestione futura. Un progetto finanziato da Fondazione Cariplo e che coinvolge molte associazioni partner come la Cooperativa CSLS e diverse altre associazioni del territorio. Coinvolto fin dall’inizio anche il Comune di Como e le parrocchie del quartiere Como Borghi.

Moltissimi i cittadini accorsi alla presentazione del progetto alla caserma De Cristoforis di Como, presenti anche il sindaco di Como Mario Lucini, il vice sindaco Silvia Magni e l’assessore alle Politiche sociali Bruno Magatti. “Radici e Ali” è stato presentato da Martino Villani, direttore della Cooperativa sociale lavoro e solidarietà e da Stefano Martinelli, coordinatore del progetto.

Un’iniziativa che punta a coinvolgere direttamente i cittadini del quartiere attraverso il ripensamento e la costruzione attiva dei propri luoghi. I luoghi pensati per poter essere riqualificati sono gli spazi verdi del quartiere come il parco di via Anzani e di via Leoni senza dimenticarsi della zona dell’Ippocastano e del tanto discusso Parco del S.Martino. “Radici e ali” si propone di potenziare alcuni servizi e pratiche di mutuo-aiuto che favoriscano il benessere dei cittadini del quartiere. Un esempio sono le “tate di quartiere” con le quali si intende promuovere la condivisione tra famiglie del quartiere della stessa assistente familiare ma anche il potenziamento del mutuo aiuto e del volontariato tra i cittadini del quartiere.

Molti i servizi pensati in questo progetto tra i quali un servizio di pedibus già attivo nella scuola di via Montelungo, attività di doposcuola e spazi extra scolastici per garantire nel tempo la presenza di spazi aggregativi per i minori, occasioni di conoscenza e sperimentazione del baratto e dello scambio avviando la formazione di un gruppo d’acquisto solidale nel quartiere ed infine attività animative e aggregative per i giovani. L’Associazione giovani architetti “XYZ”, residenti nel territorio, ed il progetto “Artificio” collaborano attivamente con “Radici e Ali” per la progettazione di eventi culturali e sociali nella città di Como.

Si parla di

Video popolari

Como Borghi, un progetto per riqualificare il quartiere

QuiComo è in caricamento