Cronaca

Commercianti di via Milano insieme: nata l'associazione Burg Drizz

E' nata ufficialmente la nuova associazione di commercianti di via Milano: si chiama Burg Drizz e si propone di unire le forze di tutti i negozianti del tratto di via Milano compreso tra viale Giulio Cesare e piazza Vittoria (esiste già...

via-milano-bassa

E' nata ufficialmente la nuova associazione di commercianti di via Milano: si chiama Burg Drizz e si propone di unire le forze di tutti i negozianti del tratto di via Milano compreso tra viale Giulio Cesare e piazza Vittoria (esiste già un'associazione dei commercianti di via Milano Alta tra viale Giulio Cesare e piazza San Rocco). Unire le forze per rendere più bella e vivibile la strada. E' questo il fine ultimo dell'associazione, come ha spiegato il presidente Giuseppe Bianchi Pinotti: "Vogliamo che la via torni agli antichi fasti, quando era animata e i commercianti univano le forze per dare vita a tante e belle iniziative che con il tempo si sono perse". Pinotti auspica la totalità delle adesioni da parte dei circa 80 negozi di via Milano bassa "ma so che ci vorrà del tempo, anche se devo dire che ha già aderito la maggior parte".

Mercoledì scorso è avvenuto il primo incontro ufficiale tra la neonata associazione e il Comune di Como. Il sindaco Mario Lucini e gli assessori alla Viabilità, Daniela Gerosa, e al Commercio, Gisella Introzzi, hanno incontrato una delegazione del Burg Drizz per ascoltare le prime richieste e osservazioni esposte a nome di gran parte della via. Sette le principali problematiche espresse: scarsa illuminazione della via; richiesta di esonero dal pagamento di tasse per posizionare fioriere; eliminazione degli ostacoli visivi creati dai furgoni degli ambulanti del mercato che impediscono la vista di via Milano agli occhi di chi arriva a Porta Torre provenendo dal centro storico; richiesta di posizionare totem informativi con l'elenco delle iniziative e alcune informazioni sui negozi; problema parcheggi: i commercianti hanno chiesto di sapere a che punto è il progetto per il destino dell'area ex Ticosa; richiesta di appoggio da parte dell'amministrazione comunale per l'organizzazione di feste nella via; rendere più visibile il cartello di divieto di transito dalle 7 alle 9 posto in piazza San Rocco.

Sul caso Ticosa il sindaco e gli assessori hanno spiegato che la situazione è complicata e non si sono sbilanciati; hanno invece spiegato di poter aiutare l'associazione con materiale informativo sui parcheggi alternativi da distribuire ai clienti. Il caso del cartello poco visibile in piazza San Rocco è in corso di valutazione. L'oscuramento della via da parte del mercato a Porta Torre è anch'esso un problema già noto e anche in questo caso si sta pensando a una soluzione. Massima disponibilità del Comune ad appoggiare iniziative quali feste e sagre supportando l'associazione con provvedimenti viabilistici adeguati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercianti di via Milano insieme: nata l'associazione Burg Drizz

QuiComo è in caricamento