Como verso l'Expo: "Arriveremo pronti". Ma preoccupa il lungolago

Expo 2015, Como afferma di essersi mossa in tempo e nel migliore dei modi. A dichiararlo sono alcuni dei rappresentanti degli Enti, associazioni e organizzazioni della provincia comasca protagoniste delle attività e iniziative avviate per...

Expo 2015, Como afferma di essersi mossa in tempo e nel migliore dei modi. A dichiararlo sono alcuni dei rappresentanti degli Enti, associazioni e organizzazioni della provincia comasca protagoniste delle attività e iniziative avviate per preparare il territorio lariano al grande evento che si svolgerà tra due anni a Milano. Giovedì alle 18 si è svolto un incontro nell'auditorium Scacchi in camera di Commercio di Como durante il quale SistemaComo2015 ha fatto il punto della situazione sulle attività e sui progetti intrapresi. SistemaComo2015, lo ricordiamo, è il soggetto che coordina i vari attori istituzionali e rappresentativi comaschi che hanno in cantiere progetti e iniziative in vista dell'Expo.

Dopo una breve introduzione del presidente della Camera di Commercio, Paolo De Santis, e dopo la proiezione di un video che racconta la mobilitazione del territorio comasco per l'Expo, l'incontro è entrato nel vivo. Priorità secondo il coordinatore di SistemaComo, Attilio Briccola, "è creare un ponte con Milano, con i Paesi partecipanti a Expo2015 e con i tanti visitatori" e nel contempo, avviare una rinnovata fase di crescita economica, formativa e sociale del nostro territorio. Ospite della serata è stato Pietro Petraroia, direttore Funzione Specialistica Expo Milano 2015, che ha sviluppato le linee guida del progetto per l’Esposizione Universale e presentato i bandi ai quali possono accedere le aziende. Presenti all'incontro anche rappresentanti di realtà associative come Roberto Cassani, presidente degli albergatori comaschi, e Marco Galimberti (Confartigianato Como). per il Comune di Como ha partecipato l'assessore al Commercio, Gisella Introzzi.

Tra le preoccupazioni emerse in vista del grande evento che si svolgerà tra poco più di due anni, c'è il nodo delle infrastrutture. Per quanto riguarda il capoluogo preoccupa il cantiere del lungolago che rischia di essere un brutto biglietto da visita per le migliaia di visitatori che potrebbero arrivare a Como a margine di Expo 2015. Cassani ha auspicato "una riapertura almeno parziale della passeggiata del lungolago".

Si parla di

Video popolari

Como verso l'Expo: "Arriveremo pronti". Ma preoccupa il lungolago

QuiComo è in caricamento