menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Italo Nessi

Italo Nessi

Colpo di scena in Comune: si è dimesso il consigliere Italo Nessi (Como Civica)

Colpo di scena a Palazzo Cernezzi. Si è infatti dimesso il consigliere comunale di Como Civica, Italo Nessi. Gli succederà, già domani sera, Fabio Catalano, ingegnere ambientale. Sebbene la scelta materiale di abbandonare l'aula sia maturata...

Colpo di scena a Palazzo Cernezzi. Si è infatti dimesso il consigliere comunale di Como Civica, Italo Nessi. Gli succederà, già domani sera, Fabio Catalano, ingegnere ambientale.

Sebbene la scelta materiale di abbandonare l'aula sia maturata all'improvviso, non si può dire che in assoluto fosse inaspettata. Da anni, infatti, Nessi - di professione medico - è impegnato in missioni di natura sanitaria e ospedaliera che lo portano frequentemente in Africa e segnatamente in Uganda. "Mi dispiace lasciare l'amministrazione - ha commentato - Ma l'impegno in Uganda, dove seguo progetti ospedalieri e di prevenzione medica, si sono fatti sempre più stringenti e complicati e questo rendeva veramente difficile proseguire anche l'esperienza in Comune. Mi è sembrato serio concentrarmi sull'aspetto prioritario, dove la crisi di un ospedale può significare la fine della sanità per 200mila persone". Impossibile, però, non chiedere anche un mini-bilancio dei quattro anni trascorsi - con molta indipendenza e molta stima trasversale - tra i banchi della maggioranza e sotto le insegne di Como Civica. La sensazione è che non sia stata un'esperienza memorabile. consiglio-comunale-2"Il problema è che il centrosinistra in consiglio ha una maggioranza strana, dove oltre ai consiglieri del Pd praticamente tutti gli altri sono esponenti di liste civiche - sottolinea Nessi - Questo, nel tempo, ha comportato una debolezza di Como Civica anche nel fare da contraltare al Pd su diversi temi, con la logica difficoltà di dare omogeneità e sistema alla coalizione. La stessa mia lista sovente ha dimostrato una elasticità pari a zero, compreso questo ultimo periodo difficile dove, pur nelle oggettive difficoltà su alcuni temi importanti, tutto si è risolto in una difesa di ferro del sindaco Lucini e nulla più. Il sindaco? Ha ereditato problemi enormi. Ci ha provato, lo ha fatto con passione e serietà. Non ho avuto problemi a sostenerlo o a difenderlo in alcuni momenti, però forse, in generale, sarebbero serviti un'analisi più coraggiosa di cause e rimedi della situazione difficile in cui ci siamo venuti a trovare oltre a un confronto più profondo nel centrosinistra".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento