Cocaina, eroina e marijuana in Alto Lago: altri due arresti

Inchiesta "The falling back": dal 2016 arrestate otto persone

Alle prime luci dell'alba i carabinieri della compagnia di Dongo hanno fatto scattare le manette ai polsi di due giovani uomini di 28 e 27 anni. Si tratta di A. B. di Gravedona ed Uniti e di M. B. di Stazzona. I due sono accusati di un'intensa attività di spaccio di sostanze stupefacenti nell'area dell'Alto Lago. 

I due arresti avvenuti all'alba di martedì 5 dicembre 2017 rientrano nella più lunga e articiolata inchiesta giudiziaria condotta a partire dal 2016 dal pm Antonio Nalesso e denominata "The falling back". Si tratta di un'indagine volta a sgominare, o per lo meno ad arginare, il fenomeno dello spaccio di droga nell'area più a nord della provincia di Como. 

Le indagini sono state portate avanti grazie all'impegno dei carabinieri della compagnia di Menaggio e in special modo dei militari di Dongo e a pochi mesi dalla conclusione dell'altra maxi inchiesta denominata "Cardboard" ha portato agli arresti di questa mattina che sono solo gli ultimi di una serie più lunga. Infatti, Nel corso dell’investigazione, fino all’epilogo odierno, sono state già assicurate alla giustizia 8 persone per reati connessi allo spaccio di stupefacenti, in particolare cocaina, eroina, hashish e marijuana, nei confronti di giovani dei Comuni, come detto, situati nella zona dell’Alto Lago.

Il nome dell’indagine è stato ispirato dai precedenti specifici di molti degli indagati, “caduti” nuovamente nel compiere il reato di spaccio. L’indagine lunga e complessa, sia per l’estensione temporale che per attività compiute, fondata prevalentemente su tecniche di polizia cosiddette ”tradizionali”, ha richiesto il supporto di una consistente attività di intercettazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli carabinieri hanno incontrato rilevanti difficoltà a causa dell'estrema diffidenza a collaborare degli assuntori di droga nonché all’estrema problematicità nel non farsi notare nel corso dei numerosi appostamenti, anche notturni, effettuati spesso nei piccoli borghi lariani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Stipendi in Ticino: un commesso guadagna in media 5mila franchi, un'ostetrica fino a 8mila

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Brienno, morto il motociclista caduto in galleria

Torna su
QuiComo è in caricamento