rotate-mobile
Cronaca Mariano Comense

Lo seguono per 178 km: nel doppio fondo dell'auto 14 chili di cocaina

30enne residente a Mariano Comense arrestato a Parma: la droga tagliata e rivenduta avrebbe fruttato 2 milioni di euro

Un lungo pedinamento che si è snodato tra le province di Lecco e Como fino a Parma dove l'uomo, un 30enne residente a Mariano Comense, è stato infine fermato al casello di Parma Fiera e arrestato perchè trovato con 11 chili di cocaina nel doppio fondo dell'auto. 

Tutto è iniziato quando e fiamme gialle di Lecco hanno riconosciuto il trentenne, sospettato di essere coinvolto in traffici di droga, a bordo di un'auto e lo hanno seguito dalla provincia di Lecco fino a quella di Parma. Al casello autostradale di Parma Fiera lo hanno fermato e hanno scoperto il doppio fondo presente sul pianale del veicolo. All'interno della botola hanno trovato dieci panetti, contenenti 11 chili di cocaina.

Nell'abitazione dell'uomo a Mariano Comense (Como) i finanzieri hanno poi trovato altri tre chili di cocaina. Complessivamente la droga tagliata e venduta sul mercato avrebbe fruttato agli spacciatori un guadagno di circa 2 milioni di euro. Il 30enne è stato arrestato e portato nel carcere di Parma.

La cocaina nel doppio fondo dell'auto e l'arresto 

Come ricostruito, nel pomeriggio di giovedì 21 aprile, nel corso dei controlli previsti dal controllo economico del territorio, i finanzieri lecchesi hanno individuato il soggetto, riconosciuto come un sospettato e quindi seguito per chilometri. L'operazione svolta dalla guardia di finanza fa parte del sistema di controllo economico del territorio per il contrasto del traffico di sostanze stupefacenti dei Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Lecco, in collaborazione con i Reparti del Corpo di Parma e Como.

Dopo aver fermato il cittadino albanese, i militari hanno dato il via a un pedinamento sviluppatosi fra le province di Lecco, Como e Parma. Ed è stato proprio al casello autostradale di Parma Fiera, che i militari hanno sottoposto a un controllo il 30enne di origini albanesi e residente a Mariano Comense. A bordo dell'auto hanno scoperto un ingegnoso sistema di doppio fondo sul pianale del veicolo. C'erano due botole separate che si aprivano con un sofisticato sistema di sblocco a due fasi: elettronico e meccanico (il video). 

All’interno della botola, lato passeggero, i militari della Finanza di Lecco hanno rinvenuto, stipati nel doppio fondo, ben 10 confezioni di sostanza stupefacente, quelle che in gergo vengono definite “mattonelle” o “panetti”, per un peso complessivo di circa undici chilogrammi. Le analisi effettuate con il narco-test hanno confermato che la sostanza individuata risultava positiva alla cocaina. Dopo il rinvenimento, un'altra pattuglia della Guardia di Finanza di Lecco è andata a Mariano Comense per controllare l'abitazione dell'uomo appena arrestato.

La perquisizione eseguita all'interno dell'appartamento ha permessodi trovare altri tre chili di droga. La cocaina, una volta tagliata e immessa sul mercato, avrebbe fruttato agli spacciatori al dettaglio guadagni calcolati per circa 2 milioni di euro. Il soggetto indiziato è stato arrestato e portato al carcere di Parma e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria del capoluogo parmense.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo seguono per 178 km: nel doppio fondo dell'auto 14 chili di cocaina

QuiComo è in caricamento