Lunedì, 18 Ottobre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cimitero di Monte Olimpino, iniziano i lavori di ampiamento

I residenti di Monte Olimpino lo attendevano da molti anni: inizia l'ampliamento per la costruzione di 207 nuovi loculi. Finalmente i parenti dei defunti potranno vedere trasferite le salme dei cloro cari vicino a casa e non saranno più costretti...

I residenti di Monte Olimpino lo attendevano da molti anni: inizia l'ampliamento per la costruzione di 207 nuovi loculi. Finalmente i parenti dei defunti potranno vedere trasferite le salme dei cloro cari vicino a casa e non saranno più costretti ad attraversare la città per recarsi in altri cimiteri di Como. Una comodità non da poco soprattutto per le persone anziane, costrette spesso ad affrontare faticosi, e perché no, costosi viaggi in bus. Oggi è stata posata la prima pietra per l'inizio dei lavori. L'assessore all'Edilizia pubblica del Comune di Como, Francesco Scopelliti, ha parlato di "un momento molto importanta per gli abitanti del quartiere che attendevano da anni questi lavori". Il prete Tullio Salvetti ha benedetto l'opera.

Presente anche la vedova di Michele Ferrara, uno dei residenti che per primo si mosse per sollecitare l'ampliamento del cimitero. Ironia della sorte volle che anche lui fosse seppellito in un cimitero lontano da casa. Inutile dire quanto fosse commossa oggi sua moglie. La salma di Ferrara, infatti, sarà una delle prime ad essere trasferita.

L’associazione temporanea di imprese formata dalle ditte Battaglia e Bidorini, entrambe di Gallarate, nelle speranze dell'amministrazione comunale dovrebbero completare i lavori di ampliamento entro la fine dell'estate prossima. Il progetto, redatto dagli uffici del settore Edilizia Pubblica diretto dall’ingegner Antonio Ferro, prevede la realizzazione di un corpo ad “L” a sud-est dell’attuale perimetro cimiteriale. L’edificio in calcestruzzo armato sarà articolato su tre livelli dove verranno ricavati 207 nuovi loculi. Per i lavori, i cui costi hanno subito un incremento significativo a causa della natura del sottosuolo, costituito da uno strato di terra di pochi metri su estesi strati rocciosi, l’assessorato all’Edilizia Pubblica, rappresentato da Francesco Scopelliti, ha investito 600mila euro.

Tante le difficoltà incontrate per potere dare un degno e "comodo" riposo ai cari estinti della circoscrizione 8. A partire dall'esproprio del terreno necessario, fino alle complicazioni incontrate negli scavi di di oltre mille metri cubi di terra: le ruspe, infatti, hanno dovuto fare i conti con la dura roccia di Moltrasio. C'è stato poi il problema dei cavi elettrici sospesi dell'Enel che sono dovuti essere interrati.

Si parla di

Video popolari

Cimitero di Monte Olimpino, iniziano i lavori di ampiamento

QuiComo è in caricamento