Cronaca

Chef morto sul lago di Como: l'autopsia conferma la tragica caduta accidentale

Il colpo alla nuca è stato fatale, scivolato mentre parlava al telefono con la compagna

Un tratto della passerella dove è avvenuto l'incidente

Il suo corpo è stato ritrovato senza vita alle 23 di venerdì 9 ottobre a Varenna, in via IV Novembre sul lungolago. Si tratta del ramo lecchese del lago di Como. L'uomo 43 anni, era lo chef dell'Hotel Royal di Varenna. Al momento del ritrovamento, i sanitari del Soccorso Bellanese avevano riscontrato una ferita al capo dello stesso. Era vestito e il telefono di sua proprietà si trovava in acqua, vicino al corpo esanime.

Sono giunti ieri , 15 ottobre, gli esiti dell'autopsia disposta dalle autorità giudiziarie per capire quali potessero essere le cause della caduta, se accidentali o meno. L'autopsia avrebbe confermato la prima ipotesi degli inquirenti, ovvero che si sia trattato di un tragico incidente. Mentre passeggiava sul lungolago, al telefono con la sua compagna, sarebbe scivolato e avrebbe sbattuto violentemente la testa, sulla stradina a scalette che porta al lago.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chef morto sul lago di Como: l'autopsia conferma la tragica caduta accidentale

QuiComo è in caricamento