Cronaca

Garzeno, cercatore di funghi disperso e ritrovato nella notte

Il fungiatt aveva appuntamento a un parcheggio con un amico ma non è mai arrivato

Foto d'archvio

Un cercatore di funghi è stato soccorso nel pomeriggio del 13 agosto 2019 nella zona impervia sopra Garzeno, in località Fraccia, a circa 1.500 metri circa di quota.  L’uomo, 62 anni, residente in zona, era uscito con un amico di primo mattino. Poi, come spesso accade, hanno proseguito ognuno per conto proprio, dandosi appuntamento al parcheggio. Nel tardo pomeriggio il mancato rientro ha fatto scattare l’allarme.

Sul posto venti tecnici Cnsas delle stazioni di Dongo e Lario Occidentale (XIX Delegazione Lariana), i vigili del fuoco di Dongo e Menaggio e l’elicottero dei vigili del fuoco più tre uomini del 118.

Le operazioni di ricerca sono state rese più difficoltose dal fatto che non era possibile risalire alle coordinate geografiche. Verso mezzanotte l’uomo è stato ritrovato, recuperato e portato all’ambulanza.

Sul sito sicurinmontagna.it ci sono informazioni preziose per la sicurezza dei cercatori di funghi: scarpe adatte, sconsigliati gli stivali di gomma, attenzione alla scelta del percorso, preparazione fisica adeguata e corretta valutazione dei rischi sono aspetti fondamentali per non trasformare una passione in una disavventura o altro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garzeno, cercatore di funghi disperso e ritrovato nella notte

QuiComo è in caricamento