Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

I carabinieri di Cantù smantellano giro di spaccio tra Como, Varese e Bergamo: 7 arresti

Tra le accuse anche l'estorsione ai danni del proprietario di una sala slot a Mozzate

All’alba di oggi, 16 giugno, nelle province di Como, Varese e Bergamo, i carabinieri di Cantù, con l’aiuto del Nucleo Cinofili di Casatenovo (LC) e del Nucleo Elicotteri di Orio al Serio, hanno arrestato per ordine del GIP del Tribunale di Como 7 persone (5 sono state portate in carcere, mentre 2 sono già dietro le sbarre per altri reati).
Secondo l’accusa, insieme ad altri 6 (denunciati però in stato di libertà), a vario titolo avrebbero partecipato allo spaccio di sostanze stupefacenti, a svariate estorsioni, oltre che a detenzione e porto abusivo di armi.

L’indagine, condotta dai carabinieri della Stazione di Mozzate, era partita nel gennaio del 2018 grazie a intercettazioni, tabulati e analisi dei sistemi di videosorveglianza, ma soprattutto con lunghi ed estenuanti appostamenti e pedinamento da parte dei militari dell’Arma.

È così che gli inquirenti hanno potuto documentare l’attività di un ben radicato e organizzato gruppo criminale, con a capo alcuni cittadini albanesi, che avevano a libro paga diversi italiani che facevano da palo o da vedetta. Il settore criminale era lo spaccio di droga e la gang era talmente ben organizzata logisticamente da poter fornire anche un servizio di consegna a domicilio nei locali pubblici o nei luoghi di ritrovo più frequentati di Mozzate, Turate, Limido Comasco, Olgiate, ma anche di Tradate e Cislago, nel Varesotto.

I carabinieri sono poi riusciti anche a delineare i ruoli specifici di ciascuno degli indagati nello spaccio della cocaina (e in misura minore di marjuana ed hashish), individuando capi e fornitori.

Inoltre i militari hanno scoperto anche diversi episodi di estorsione (ad aprile e maggio 2018) nei confronti del proprietario di una sala slot di Mozzate, dal quale gli indagati erano riusciti ad avere, con minacce a mano armata, decine di migliaia di euro.

Sono oltre 200 gli episodi di spaccio documentati durante l’indagine, con l’identificazione di 70 acquirenti;

Durante poi le perquisizioni di questa mattina, 16 giugno, i militari hanno trovato 60 gr di hashish, 20 gr di cocaina, suddivisa in dosi, e 3 bilancini di precisione, una pistola modello Smith & Wesson calibro 38 special con matricola punzonata e 10 proiettili (di cui 5 inseriti…), una pistola Desert Eagle calibro 44 Magnum, ottenuta con un furto in provincia di Savona, con 2 caricatori con 5 proiettili dello stesso calibro e 8 proiettili calibro 765.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri di Cantù smantellano giro di spaccio tra Como, Varese e Bergamo: 7 arresti

QuiComo è in caricamento