Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Caporalato in una casa di riposo abusiva di Pianello del Lario: due arresti

La struttura per l'assistenza agli anziani è stata sequestrata

Sfruttamento del lavoro, esercizio abusivo di professione sanitaria, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, violazione delle norme su salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, lavoro nero. Sono le accuse con le quali sono stati arrestate due persone che lavoravano presso una struttura di assistenza per anziani a Pianello del Lario. Entrambi gli arrestati sono italiani.

Gli arresti, e il sequestro della struttura, sono scattati dopo indagini e ispezioni dei carabinieridell'Ispettorato del Lavoro di Como, che hanno operato in collaborazione con il NAS di Milano e il personale della Direzione Territoriale del Lavoro di Como e medici del ATS Montagna di Sondrio.

Sono stati ispezionati i locali della casa di riposo, ai fini di contrasto del fenomeno del caporalato, dell’esercizio abusivo delle professioni e per la tutela degli anziani, procedendo all’arresto, ne sono scaturiti due arresti e il sequestro della struttura. 

La casa di riposo era registrata in Camera di Commercio come bed and breakfast, in realtà svolgeva attività di assistenza socio-sanitaria, e lo faceva avvalendosi di lavoratori in nero, tutti immigrati sudamericani, di cui due addirittura clandestini. I lavoratori erano costretti a lavorare nella strttura sei giorni su sette 24 ore su 24. Venivano fatti dormire su brandine in un salone per essere sempre a disposizione degli anziani ospiti della struttura. Gli anziani dopo il sequestro della struttura sono stati ricollocati dall'Ats in altre strutture regolari.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caporalato in una casa di riposo abusiva di Pianello del Lario: due arresti

QuiComo è in caricamento