Cronaca

Cantù, 200mila euro per le scuole. Tra le priorità insegnare l'italiano agli stranieri

E’ stato presentato stamani il “Piano del diritto allo studio per l’anno scolastico 2012-2013”, piano che è già passato in commissione e che stasera approderà in consiglio comunale. Il valore del piano di competenza strettamente comunale è di 201...

comune-cantu-esterno

E' stato presentato stamani il "Piano del diritto allo studio per l'anno scolastico 2012-2013", piano che è già passato in commissione e che stasera approderà in consiglio comunale. Il valore del piano di competenza strettamente comunale è di 201.486 euro, illustrato nel dettaglio stamani in conferenza stampa dall'assessore all'Istruzione Francesco Pavesi.

Il piano di diritto allo studio è uno strumento nel quale si trovano tutte le risorse e le scelte che l'ente mette a disposizione per le scuole: "Abbiamo sentito i dirigenti e abbiamo tenuto la cifra dello scorso anno". Pavesi parla di "operazioni chirurgiche", nel senso che, in accordo con i dirigenti, si è cercato di limare i fondi per alcune attività in modo da non togliere comunque nessun servizio essenziale. "Piccole limature, che non stravolgono il lavoro". Il Comune, in accordo con i dirigenti, ha deciso di mantenere la "Facilitazione linguistica", ovvero l'attività che permette ai bambini stranieri di apprendere la lingua italiana più facilmente, stanziando solo per questa voce 55mila euro. La scuola, in teoria, avrebbe un fondo statale da destinare a questo progetto, ma Pavesi precisa: "Il fondo nazionale quest'anno è a zero. Per mantenere questo servizio, voluto dai dirigenti della scuola e dal Comune, abbiamo deciso di addebitarlo al piano". Sarebbero 124 i bambini stranieri coinvolti, a cui vanno aggiunti 31 neo arrivati.

Il valore totale degli interventi, a carico dell'amministrazione comunale e della Regione Lombardia, ammonta a 1.898.932.00 mila euro e comprendono il servizio di ristorazione scolastica (946.466 mila euro), assistenza sugli autobus adibiti a trasporto scolastico (70 mila euro), il trasporto scolastico (43 mila euro), la fornitura dei libri di testo gratuita per la scuola primaria (65 mila euro), la dote scuola (138.700 euro a carico della Regione), la rassegna teatrale "sipario incanto", curata dal teatro San Teodoro (10 mila euro ricompresse nel budget del diritto allo studio), che viene riconfermata fra le offerte. Il biglietto costerà sei euro, il trasporto 1 euro. Altri progetti, invece, sono a carico delle associazioni o di altri uffici, come ad esempio "Kit didattico il mondo del libro in una valigia" (donazione Fondazione Mondadori), oppure "+ acqua X acqua", a carico del Consorzio Sud Seveso. Va segnalato anche "I guardiani della luce", a carico della consulta giovani, progetto che propone il tema della riduzione dell'energia a scuola.

I consumi saranno monitorati e poi valutati a fine anno. "Qua le zampe", progetto a carico della Panini e A. N. M. V. I. , basato sul rispetto e la cura degli animali domestici. Fa parte dell'offerta formativa anche "Lo sport paralimpico a scuola", presentato dall'associazione Briantea. L'esperienza della disabilità e dello sport sarà presentato sia in veste teorica che pratica. Rientrano nell'ambito delle competenze comunali il Piedibus (servizio quotidiano di percorso pedonale) e il laboratorio "Aprolegno", pensato per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado. Per l'area assistenziale sono stati stanziati in totale 52.015.00 mila euro (circa 2500 euro a scuola).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantù, 200mila euro per le scuole. Tra le priorità insegnare l'italiano agli stranieri

QuiComo è in caricamento