Cronaca

Cantù, "Lavori in corso" a pezzi: Latorraca attacca Bizzozero e "licenzia" un assessore

La fine del sodalizio canturino tra l'avvocato Vincenzo Latorraca e il sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero? Lo diranno soltanto le prossime ore, ma il tandem storico della lista civica Lavori in Corso - l'uno già segretario, l'altro uomo simbolo...

La fine del sodalizio canturino tra l'avvocato Vincenzo Latorraca e il sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero? Lo diranno soltanto le prossime ore, ma il tandem storico della lista civica Lavori in Corso - l'uno già segretario, l'altro uomo simbolo oltre che primo cittadino - non è mai sembrato così distante, a dispetto di tensioni e momenti di gelo politico che in realtà si susseguono da mesi. Basti pensare che Latorraca, nella lista civica sin dalla fondazione, lasciò a suo tempo il ruolo di assessore alla Gestione del Territorio proprio per divergenze con Bizzozero. E sovente tra i due lo scontro è stato anche sui toni della comunicazione politica verso l'esterno, come noto spesso fortemente provocatoria del sindaco e per questo poco gradita all'avvocato. Ebbene, nelle ultime ore, due sono stati in particolare i nuovi punti di attrito.

poster-chouakyIn ordine di tempo - sabato mattina - viene il post su Facebook dell'assessore canturino alla Sicurezza Paolo Cattaneo in cui, riprendendo una becera immagine circolante sui social, l'esponente della giunta Bizzozero poneva indirettamente la domanda su come sia possibile che Khalid Chouaky, deputato Pd di origine marocchina, sia diventato parlamentare in Italia mentre altri italiani lavorano come lavapiatti all'estero, con una chiara declinazione etnica della vicenda (tanto che il segretario del Pd di Cantù, Filippo Di Gregorio, ha pesantemente stigmatizzato la vicenda, mentre Colombo si è poi giustificato parlando di "invio per errore"). In ordine di importanza e sostanza, però, svetta senza dubbio il tema del palazzetto, tema arenato tra cause legali e immobilismo ma improvvisamente rilanciato pochi giorni fa dalla proposta - che sarà illustrata lunedì da Bizzozero in una conferenza stampa apposita - di un magnate russo interessato a edificare il nuovo e tanto atteso "tempio del basket" cittadino. Le uscite, prima sibilline poi via via più definite di Bizzozero su questa vicenda non sono piaciute a Latorraca, che ha dunque affidato a un lunghissimo sfogo pubblico le sue molte perplessità sulla fase politica della lista Lavori in Corso e sull'operato dello stesso Bizzozero. Alleghiamo integralmente lo scritto dell'avvocato di Vincenzo Latorraca, che non manca di esprimere forti critiche ad altri due progetti cari al sindaco: l'ipotizzata nuova tangenzialina di Fecchio (molto contestata da un gruppo di abitanti delle zone interessate) e il nuovo Piano del traffico in fase di sviluppo in Comune.

RIFLESSIONI NECESSARIE latorraca-1Credo che sia giunto il tempo di riflettere su alcune situazioni e su taluni processi in atto che non rispondono ai valori fondanti della nostra Civica. In primo luogo un fatto molto increscioso che non possiamo trascurare: Paolo Cattaneo ha condiviso, sul suo profilo Facebook, un ributtante post venato di razzismo su un parlamentare di origine marocchina. Conoscendo Paolo ho pensato ad una guasconata sulla quale non ha molto riflettuto. Purtroppo ha commesso un errore imperdonabile arrecando un danno assai grave a Lavori in Corso che, sino ad oggi, ha svolto un difficile lavoro sui percorsi di inclusione sociale (con la cittadinanza simbolica) e sulla libertà di culto (con la previsione del PGT che concretizzava le istanze della comunità islamica e l'adesione all'associazione Liberi Insieme). Un assessorato così delicato richiede misura, imparzialità e compostezza. Credo che sul punto si renda necessaria una riflessione. Sul palazzetto è purtroppo prevalsa la politica spettacolo fatta di annunci ad effetto, come se si trattasse di una lotteria a premi con l'estrazione del numero vincente. Lic rimane la civica del silenzio operoso, degli obiettivi raggiunti nell'interesse dei cittadini e non dei protagonismi da avanspettacolo. Aggiungo che l'Assemblea di Lic non è ancora stata investita delle novità che abbiamo appreso dai media. Mi auguro che il Sindaco, quanto prima, informi i militanti (e non con una conferenza stampa). Le decisioni passano in Consiglio e le procedure sono informate ai principi dell'evidenza pubblica. Forse sarebbe opportuno che la maggioranza discutesse approfonditamente su un argomento tanto importante per il futuro della città. Anche il Piano Urbano del traffico necessità di ulteriori approfondimenti che il tavolo tecnico, recentemente costituito su mandato dell'assemblea, svolgerà su alcune criticità irrisolte.

Vorrei, infine, ma è mia opinione personale, esprimere alcune perplessità sulla cosiddetta tangenzialina che creerebbe più problemi di quanti ne vorrebbe risolvere. Un'opera davvero utile? Sarebbe positivo il bilancio costi-benefici? Mi auguro che il dibattito si apra anche su questo tema, con il coinvolgimento dell'assemblea di Fecchio.

Temi importanti in discussione non mancano: ai militanti la parola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantù, "Lavori in corso" a pezzi: Latorraca attacca Bizzozero e "licenzia" un assessore

QuiComo è in caricamento