rotate-mobile
Cronaca Cantù / Viale Alla Madonna

Tutto l'amore per Beatrice, le parole della sua migliore amica: "Penserò io ai tuoi genitori"

Moltissime le persone presenti per dire addio alla 17enne

La chiesa del santuario di viale alla Madonna a Cantù, scelta per dare l'ultimo saluto a Beatrice, era gremita di gente, tanta gente, che, immobile ancora sconvolta da questa tragedia, ha inondato anche il sagrato, le strade e i marciapiedi. Lenzuola con frasi dedicate alla 17enne scritte dai suoi coetanei sono apparse sulle aiuole come si usa ai concerti. E poi i palloncini, tantissimi, bianchi e rosa tenuti in mano dai suoi amici, pronti a renderle omaggio con questa ultima coreografia, come volerla accompagnare, almeno un pezzettino, fino al cielo. 

È così innaturale e straziante trovarsi al funerale di una ragazza di 17 anni.

L'addio a Beatrice è stato un momento di riflessione per tutti, per i suoi coetanei e per le altre centinaia di persone arrivate a dirle addio, in un'atmosfera commossa e piena di amore.

Palloncini funerale-2

A parlare per prima una delle sue amiche del cuore o come diceva lei una sorella, Zezè, che con voce decisa solo a tratti rotta dal pianto, ha raccontato della sua amica e di quella serata, di quell'ultimo bacio sulla fronte quando si sono salutate. Le sue parole arrivano al cuore come frecce e le lacrime solcano il viso di tutti i presenti, dentro e fuori dalla chiesa, e a queste sue parole, profonde e sincere, lasciamo il ricordo di Beatrice: 

"Sei sempre stata troppo severa con te stessa per riuscire ad amarti realmente. Eri pronta a dare amore a tutti ma se qualcuno te ne dava credevi di non meritarlo. Hai deciso di rimanere a festeggiare per la fine della scuola e non tornare a casa con me. Ti ho guardato con il broncio perché non volevo tornare da sola e sentirmi nuovamente diversa dai miei coetanei e mentre me ne stavo andando mi hai presa indietro, mi hai baciata sulla fronte e mi hai detto che ci saremmo viste il giorno dopo. Ti ringrazierò per sempre per avermi tirata a te e salutata lo stesso: sapevi che non me lo sarei mai perdonato. Hai deciso di fare un giro al Mc, ne andavi matta, e mentre tornavi a recuperare la giacca di Martina sei caduta indietro e ti sei lasciata andare al tuo destino oramai segnato. Mi hai sempre detto che non ero una tua amica ma ero una sorella per te e che eravamo destinate a passare la vita insieme. Litigavamo sempre e ci scontravamo per delle cavolate, facendo impazzire Martina. Ora invece mi guardo allo specchio e io sono la cosa più simile a te che rimane a tutti noi. Avevamo una vita programmata insieme, ce ne saremmo andate via di qua, felici e spensierate. Volevamo fare la prima vacanza insieme, fare la patente e festeggiare il 18esimo insieme.  Ora ci troviamo tutti qui al tuo funerale, per l'angelo più bello, un cuore troppo grande e puro. Io ho un dolore immenso al cuore che quando ci avvicino la mano sento che il mio ancora batte, e il tuo non più. Una parte di tutti noi è morta con te. Ora penserò io ai tuoi genitori e penserò io a Martina. Sono tua per sempre gemellina mia".

Lenzuola e scritte per Beatrice-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto l'amore per Beatrice, le parole della sua migliore amica: "Penserò io ai tuoi genitori"

QuiComo è in caricamento