Cantù, ladri sfondano in auto vetrina distributore Eni (video)

Tanti i danni, ma almeno ci sono le immagini. I proprietari del bar del distributore di benzina Eni di via Milano a Cantù,  giovedì mattina all’alba hanno trovato il proprio esercizio commerciale praticamente devastato. Ma stavolta ci sono le...

Tanti i danni, ma almeno ci sono le immagini. I proprietari del bar del distributore di benzina Eni di via Milano a Cantù, giovedì mattina all’alba hanno trovato il proprio esercizio commerciale praticamente devastato. Ma stavolta ci sono le immagini della videocamera di sorveglianza. Alle 4.16, un gruppo di malviventi (dalle immagini del video di sorveglianza sembrerebbero circa 7-8 persone), sfonda la vetrina del bar Eni con una Ford Fiesta in retromarcia. L’auto, in realtà, serve soltanto da testa di sfondamento, perché verrà subito abbandonata nel cortile. In pochi minuti, i ladri cercano di fare razzia delle macchinette da videopoker. Vengono danneggiate anche due distributori posti all’entrata: uno di gratta e vinci e uno di bevande e alimenti. Sono quattro in tutto le macchinette portate vie. Immediatamente, dal retro, arriva un furgone Fiat Ducato bianco. I malviventi caricano la refurtiva e cercano di darsi alla fuga. Ma nel frattempo l’allarme del bar era già scattato: la vigilanza privata del gestore arriva dopo appena tre minuti dal furto. A questo punto, i ladri sono costretti a darsi alla fuga, inseguiti dalla vigilanza e da un paio di pattuglie dei carabinieri di Cantù, avvisati proprio dal vigilantes. I ladri, forse temendo di essere catturati, sarebbero entrano nei boschi di Brenna e lì, in mezzo agli alberi, avrebbero abbandonano furgone e refurtiva. Uno dei proprietari del bar, Tommaso Nuzzaco, il quale preferisce non essere ripreso dalle telecamere, spiega: “Ho perso ormai il conto dei furti”. Non sarebbe infatti la prima volta che il bar viene colpito: “E’ già la seconda volta che entrano dalla vetrina, una volta sono entrati dall’ufficio e tre volte dal bagno. Naturalmente abbiamo preso subito provvedimenti”. Al momento, una prima stima sommaria dei danni ammonterebbe a circa 20 mila euro. Il proprietario, calcola che all’interno delle macchinette potrebbero esserci circa 5 mila euro. Naturalmente, oltre ad aver sporto regolare denuncia, i proprietari hanno già consegnato le immagini ai carabinieri di Cantù per poter individuare i responsabili.

Si parla di

Video popolari

Cantù, ladri sfondano in auto vetrina distributore Eni (video)

QuiComo è in caricamento