rotate-mobile
Cronaca Cantù

Truffa una 91enne ma viene fermato per un controllo: i gioielli ritrovati nel B&B dove alloggiava

L'anziana quando ha rivisto i suoi preziosi si è commossa

La chiamata sul telefono fisso è arrivata la mattina dell'11 aprile. A rispondere un'anziana di 91 anni: l'uomo dall'altra parte della cornetta si presentava come Francesco, suo nipote e diceva alla nonna di essere in serie difficoltà perché aveva avuto problemi con i carabinieri a cui doveva consegnare soldi o oggetti preziosi e che sarebbe passato un suo amico a ritirarli. L'anziana ha messo insieme tutti i suoi beni e li ha consegnati all' uomo che si è presentato a casa sua come "collaboratore dei carabinieri". La truffa sarebbe probabilmente andata a segno ma il giorno dopo i carabinieri di Gattinara (in Piemonte) hanno controllato un veicolo, già segnalato per altre truffe. Alla guida c'era un 23enne napoletano che alloggiava in un Bed&Breakfast in provincia di Como. I militari gattinaresi hanno avvisato i colleghi di Cantù che dopo un breve confronto con l'autorità giudiziaria, ottenevano il mandato per la perquisizione presso il B&B dove alloggiava il truffatore. Qui, all'interno di una valigia hanno ritrovato i gioielli presi all'anziana. 
Il giorno dopo la pensionata veniva invitata in caserma a Cantù, e oltre a riconoscere il 23enne, come il truffatore che si era presentato a casa sua per ritirare i suoi preziosi, riconosceva commossa, anche tutti i gioielli che gli erano stati portati via e che gli verranno riconsegnati al più presto dai carabinieri, dopo il dissequestro. Il 23enne è stato denunciato in stato di libertà per truffa aggravata.



 



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa una 91enne ma viene fermato per un controllo: i gioielli ritrovati nel B&B dove alloggiava

QuiComo è in caricamento