Campione d'Italia, arrestato al bar: tra i reati contestati anche tratta di esseri umani

Su di lui gravava un mandato d'arresto europeo

Su di lui gravava un mandato di arresto europeo proveniente dalla Svezia.

I reati contestati, risalenti ai mesi di aprile e maggio 2020 e commessi, secondo l’accusa, appunto in svezia, sono quelli di tratta di esseri umani, istigazione sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

Così, nel tardo pomeriggio di ieri, i Carabinieri del Nucleo di Campione d’Italia hanno dato esecuzione al provvedimento a carico di un 27enne residente in paese, rintracciato nei pressi di un bar della città.

In tarda serata, dopo le formalità di rito, è stato quindi tradotto preso il Bassone di Como a disposizione della Corte d’Appello di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Un malore improvviso: addio a Mario Bottiani, fiorista del mercato coperto

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Follia Lidl, anche nel Comasco file e corse per le scarpe (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

Torna su
QuiComo è in caricamento