rotate-mobile
Cronaca Como Centro / Viale Giancarlo Puecher

Cade nell'acqua gelida: salvato da Andrea, angelo del lago. Il video

Era il 2014 quando il dipendente della Canottieri Lario si tuffò per salvare una donna

Ha visto una testa affiorare nell'acqua e non ci ha pensato due volte. Andrea Tenca è salito su una imbarcazione della Canottieri Lario, dove lavora, e ha raggiunto il giovane uomo di origini marocchine che stava galleggiando stremato vicino alla riva, poco dopo le 13 del 6 dicembre 2022. Lo ha aiutato ad attaccarsi alla barca e velocemente Andrea si è diretto al pontile mentre con una mano guidava la barca e con l'altra aiutava il ragazzo a restare aggrappato. Sul pontile c'era il presidente della Canottieri, Leonardo Bernasconi, che aiutato Andrea a trarre definitivamente in salvo il giovane.

Nel frattempo il collega di Emilio ha allertato i soccorsi. Il medico del 118 e gli uomini dell'ambulanza della Croce Azzurra di Como hanno prestoto i primi soccorsi e hanno trasportato il giovane all'ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia in codice giallo.

Andrea Tenca non è nuovo a imprese di questo genere. Era il 10 gennaio del 2014 quando alcuni bambini videro una donna galleggiare vicino alla diga foranea. Sul posto intervenne Andrea che in attesa dell'arrivo dei soccorsi capì che non c'era tempo da perdere. Decise di tuffarsi nell'acqua gelida e aiutò i vigili del fuoco a recuperare e a salvare la donna. Oggi come allora la città deve un grande ringraziamento ad Andrea Tenca, angelo del primo bacino del Lago di Como.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade nell'acqua gelida: salvato da Andrea, angelo del lago. Il video

QuiComo è in caricamento