menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Spallino: "Basta contare solo buche e lampioni spenti, vi perdete il bello di Como"

Spallino: "Basta contare solo buche e lampioni spenti, vi perdete il bello di Como"

Buonsenso e un paio di alternative: Spallino "sfratta" il cubo di cemento ai giardini

A Palazzo Cernezzi, dunque, hanno ancora la capacità e soprattutto la volontà di affrontare un problema - per quanto piccolo esso sia - se tocca la sensibilità collettiva di un gruppo di cittadini. A farlo - e va riconosciuto: non è la prima...

A Palazzo Cernezzi, dunque, hanno ancora la capacità e soprattutto la volontà di affrontare un problema - per quanto piccolo esso sia - se tocca la sensibilità collettiva di un gruppo di cittadini. A farlo - e va riconosciuto: non è la prima volta - è l'assessore all'Urbanistica Lorenzo Spallino. Il tema, un po' a sorpresa vista la solitudine assoluta in cui si è dibattuto su queste colonne della faccenda, è il cubo di mattoni e cemento eretto nel verde dei giardini a lago a pochi passi dal Monumento alla Resistenza Europea e da quello in memoria della tragedia atomica di Hiroshima e Nagasaki. Ebbene, oggi l'assessore all'Urbanistica apre finalmente e formalmente lo spiraglio che potrebbe portare all'eliminazione di quell'incredibile manufatto, quantomeno rispetto al posto quantomai inadatto e non reso più confacente dalla buffa camuffatura spuntata stamane (ne parliamo qui e si vede in un paio di foto in alto).

"Siamo consapevoli che c'è un problema d'impatto per la localizzazione e le dimensioni e lavoriamo per una soluzione alternativa". Queste, nel dettaglio, le rincuoranti parole diffuse tramite una nota ufficiale dall'esponente della giunta comunale sulla struttura dove, assieme a quelli per diga e Monumento alla Resistenza, è stato collocato il quadro elettrico per il monumento di Daniel Libeskind.

"La nuova struttura - prosegue Spallino - era prevista nel progetto, ha inglobato quella precedente e i volumi sono raddoppiati perché ospita oggi tre quadri elettrici. Siamo sensibili al problema, ripeto, e lavoriamo per una soluzione alternativa. L'ipotesi potrebbe essere quella di collocare i quadri nel vano tecnico già previsto nell'ambito del progetto per il lungolago oppure di valutare un'altra collocazione, sempre ai giardini a lago". Buonsenso e una proposta pratica: al di là di ogni altra considerazione possibile, una svolta positiva. Anche - lo si conceda - grazie ai moltissimi lettori che qui hanno potuto esprimere liberamente il personale punto di vista sulla vicenda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Edoardo Monno, l'uomo morto nell'incidente di Cernobbio

  • Coronavirus

    Covid a Como, i dati del 19 gennaio: 59 nuovi casi

  • Incidenti stradali

    Incidente a Cernobbio: morto un uomo di 60 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento