Cronaca

Bullismo a scuola, la lettera di una bambina ai compagni: "Lasciatemi stare vi prego"

Il caso in una classe prima media di un istituto tra Como e Monza

Lettera di una bambina vittima di bullismo

Esasperata dalle continue prese in giro di compagni e compagne una alunna di prima media di un istituto dell'interland tra le province di Como e di Monza ha deciso di scrivere una lettera. Poche righe vergate con mano incerta, forse a causa dei timori e dello stato d'animo ansioso, ma che certamente non lasciano spazio a dubbi. La piccola studentessa ha spiegato alle compagne di classe di avere patito duramente i loro atteggiamenti e di essersi addirittura assentata da scuola a causa degli scherni e di quelle che, stando al tono della breve lettera, potrebbero esserestate vissute come umiliazioni.

Anche questo è bullismo. Ma questo episodio racconta anche di una bambina coraggiosa che ha trovato la forza di dare voce alla propria esasperazione. Dopo questa lettera sono stati convocati i genitori dei compagni di classe (pare che fossero più di uno i ragazzini colpevoli di avere schernito la bambina autrice della lettera) e sembra che adesso la situazione sia nettamente migliorata.

Dalla scuola non hanno voluto commentare quanto accaduto. Il dirigente scolastico si è limitato a far sapere che l'episodio è stato gestito dai docenti con i genitori e che c'è la massima attenzione sul fenomeno del bullismo.

Il testo della lettera

Vi scrivo questa lettera per dirvi quello che mi avete fatto in tutti questi mesi. Non mi è piaciuto assolutamente quello che mi avete fatto, quello che mi dicevate in privato anche con altre persone. Non ci sono stata per 3 giorni per causa vostra, ho pianto per questi 3 giorni, dal mattino alla sera. Io voglio solo un favore da voi, che mi lasciate stare vi prego. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bullismo a scuola, la lettera di una bambina ai compagni: "Lasciatemi stare vi prego"

QuiComo è in caricamento