menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brogeda, dall'inizio del 2021 valuta non dichiarata per oltre 76mila euro

Nonostante le restrizioni per il covid e quindi il flusso minore di viaggiatori non manca mai chi cerca di passare la dogana senza dichiarare la valuta trasportata

Nei primi giorni del 2021, nonostante un ridotto flusso di viaggiatori a causa dell’emergenza sanitaria in corso, al valico
autostradale di Brogeda, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli della Sezione Operativa Territoriale (SOT) di Ponte Chiasso e militari della Guardia di Finanza del Gruppo di Ponte Chiasso hanno impedito, in tre distinte operazioni, l’importazione di valuta non dichiarata, trasportata nel bagaglio personale daparte di tre uomini, uno di nazionalità italiana e due di nazionalità tedesca, per l’ammontare complessivo di 76.944,00 euro.

A seguito della contestazione degli illeciti per omessa dichiarazione, i trasgressori hanno optato per l’istituto dell’oblazione immediata che prevede, per cifre superiori ai 10.000 euro, il pagamento di un importo pari al 15% dell’eccedenza stessa, complessivamente pari a 7.043 Euro.
Questo ha consentito ai tre soggetti di estinguere immediatamente i contesti ed evitare il sequestro della valuta.

Quando viene effettuato il sequesto del denaro, è sempre finalizzato a garantire il pagamento della sanzione amministrativa che può essere emessa dal Ministero dell’Economia e delle Finanze nella misura che va dal 30% al 50% dell’eccedenza.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia in zona gialla (rafforzata) dal 26 aprile: cosa riapre

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento