rotate-mobile
Cronaca Bregnano / Puginate

I signori della droga si impossessano dei boschi Comaschi: un nuovo arresto a Bregnano

Trovato anche il bivacco dove spacciavano nel bosco

Molti boschi nei dintorni di Como sono diventati luoghi di spaccio. Addentrandosi non è raro, anzi è abbastanza comune, trovare bivacchi improvvisati o fissi dove i pusher si stabilizzano durante la loro attività di spaccio. È un fenomeno che le forze dell'ordine stanno cercando di sgretolare con azioni e pattugliamenti mirati in tutte le aree boschive "a rischio" del nostro territorio. 

Ieri, 18 febbraio, i militari della Stazione Carabinieri di Cermenate hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, A.A., 31 enne, cittadino marocchino, domiciliato a Limbiate, responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il tutto è avvenuto in zona boschiva denominata “Catena”, località Puginate del Comune di Bregnano.

Gli agenti hanno notato la presenza di due uomini che si aggiraravano per il bosco in atteggiamenti sospetti. Quando hanno visto i militari sono scappati repentinamente. Uno dei due è stato però raggiunto e bloccato proprio mentre cercava di disfarsi di alcuni involucri che contenevano droga.

Dopo la perquisizione sono stati quindi rinvenuti:

- 52 grammi di cocaina avvolti in un involucro di cellophane

- 57 grammi di eroina avvolti in due involucri di cellophane

- denaro in contanti pari a 550 euro (erosimilmente a provento di pregressa attività di vendita della sostanza stupefacente)

- 3 cellulari

- materiale per il confezionamento 

Il tutto posto in sequestro penale.
Nelle immediate vicinanze è stato individuato il relativo bivacco utilizzato anche per compiere l’illecita attività, debitamente smantellato dagli operanti. L’uomo è  è stato arrestato e portato al Bassone a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Rimane ferma la presunzione di innocenza della persona denunciata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I signori della droga si impossessano dei boschi Comaschi: un nuovo arresto a Bregnano

QuiComo è in caricamento