Como, truffa all'esame della patente: il bottone era una microcamera

L'uomo nell'orecchio aveva anche un mini auricolare praticamente invisibile

Il bottone della maglia in realtà era una micro videocamera, mentre nell'orecchio aveva un auricolare praticamente invisibile. Nei guai è finito un egiziano di 31 anni che ha cercato di truffare all'esame della teoria per la patente dell'automobile. A scoprirlo sono stati gli agenti della polizia stradale di Como nel corso di indagini mirate proprio a sventare simili truffe. Nella mattina del 14 gennaio, dunque, gli agenti sono entrati in azione sorprendendo sul fatto il 31enne. Il macchinoso apparato tecnologico permetteva all'uomo di comunicare all'esterno con un complice che poteva leggere i quiz e comunicare le risposte corrette. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

  • Deserto Malpensa: le surreali immagini di un viaggio da Como ad Addis Abeba

Torna su
QuiComo è in caricamento