Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Borsino immobiliare di Como 2012, calo di vendite: "Difficile ottenere mutui"

Ottenere un mutuo è sempre più difficle per le famiglie non solo comasche ma anche italiane. Per questo motivo la FIMAA di Como (Federazione italiana mediatori agenti d'affari) ha registrato una flessione delle vendite. "La gente vuole...

Ottenere un mutuo è sempre più difficle per le famiglie non solo comasche ma anche italiane. Per questo motivo la FIMAA di Como (Federazione italiana mediatori agenti d'affari) ha registrato una flessione delle vendite.

"La gente vuole acquistare - ha spiegato il presidente Claudio Zanetti - ma poi si scontra con la difficoltà di ottenere un mutuo. Questo ha causato una flessione delle compravendite, soprattutto in provincia, mentre sul capoluogo il trend nel corso del 2011 è stato per i primi tre trimestri positivo, anche se ci aspettiamo una flessione anche su Como città coi dati relativi a ottobre, novembre e dicembre che sono in fase di elaborazione". Su Como si parla di un incremento delle compravendite nel corso del 2011 rispetto all'anno precedente del 2-3% mentre in provincia si è registrata una flessione di 1,5-2%.

La zone di maggiore pregio nel capoluogo (cioè quelle dove le case costano di più) resta la cosiddetta Zona 3 che include via Pudenziana, Salita Peltrera, via Torno, viale Geno, piazza Amendola, via Ortelli, via Gorio, via Zezio, via Grossi, via Crispi. Qui i prezzi del nuovo o dell'appena ristrutturato sono: ville 4.900 euro mq e appartamenti 3.800 euro mq. La vista lago resta uno dei parametri che più fanno lievitare i prezzi.

"Rispetto all'anno prima i prezzi hanno risentito di un aumento tra i 100 e i 200 euro al metro quadrato - ha spiegato Zanetti - ma si tratta di un incremento motivato non da ragioni speculative, bensì da ragioni qualitative. Ora gli immobili tendono ad avere standard energetici più alti. La classe energetica di una casa è un fattore che interessa molto l'acquirente. Quindi all'aumento di prezzo corrisponde un aumento della qualità dell'immobile dal punto di vista del risparmio e dell'efficienza energetica".

Si parla di

Video popolari

Borsino immobiliare di Como 2012, calo di vendite: "Difficile ottenere mutui"

QuiComo è in caricamento