Venerdì, 18 Giugno 2021

Bimba ferita dopo Italia-Germania, fermato un uomo di Monte Olimpino

Un uomo di 50 anni, residente in via Canova a monte Olimpino, è anni sospettato di avere esploso il colpo d'arma da fuoco che ha ferito la bambina di 10 anni nella notte dei festeggiamenti per la partita Italia - Germania della semifinale degli...

Un uomo di 50 anni, residente in via Canova a monte Olimpino, è anni sospettato di avere esploso il colpo d'arma da fuoco che ha ferito la bambina di 10 anni nella notte dei festeggiamenti per la partita Italia - Germania della semifinale degli Europei. I carabinieri del nucleo operativo di Como lo hanno individuato dopo avere passato in rassegna le licenze di porto d'armi rilasciate nella zona in cui è avvenuto il drammatico episodio. L'uomo dopo l'interrogatorio nella caserma dei carabinieri è stato condotto in cella al carcere Bassone dove si trova in stato di fermo. L'uomo sarebbe uscito sul balcone che si affaccia su via Alla cava (traversa di via Bellinzona) e avrebbe sparato con una carabina calibro 22, detenuta regolarmente. Per il momento è lui il principale sospettato, accusato di tentato omicidio. La bambina ora sta bene grazie al delicato intervento eseguito da una equipe specializzata dell'ospedale Buzzi di Milano.

L'uomo in casa sembra che detenga diverse armi, tutte regolari. Non ha precedenti penali e, apparentemente, sembra condurre una vita normalissima. Lavora poco lontano da casa. Ma la notte della vittoria dell'Italia, il 28 giugno, potrebbe avere ecceduto nei festeggiamenti e avrebbe sparato alcuni colpi. Per la precisione cinque: quattro si sono conficcati nel muro del marcipiede di via Bellinzona, un quinto ha mandato in frantumi il vetro posteriore del maggiolino Volkswagen andando a ferire la bambina tra il collo e la spalla.

Si parla di

Video popolari

Bimba ferita dopo Italia-Germania, fermato un uomo di Monte Olimpino

QuiComo è in caricamento