Cronaca

Battello spazzino, ultimatum di Magatti: "La Provincia paghi o niente pulizia del lago"

Si riaccende - dopo qualche settimana di silenzio - lo scontro aperto tra Comune di Como e Provincia per la pulizia del primo bacino del lago e per l'utilizzo del battello spazzino. Oggi, a questo proposito, il Comune di Como ha approvato un...

battello-spazzino-diga-sporco

Si riaccende - dopo qualche settimana di silenzio - lo scontro aperto tra Comune di Como e Provincia per la pulizia del primo bacino del lago e per l'utilizzo del battello spazzino. Oggi, a questo proposito, il Comune di Como ha approvato un indirizzo politico con cui mette Villa Saporiti davanti a un bivio: o la Provincia paga per il servizio svolto nelle acque di sua (teorica) competenza oppure il Comune non se ne occuperà più. "Se Villa Saporiti dovesse confermare l'indisponibilità di risorse - si legge in una nota diramata al Comune - per il pagamento del carburante e per il pagamento dello smaltimento dei detriti e di conseguenza tali costi ricadessero su Como, Palazzo Cernezzi non accetterà il rinnovo della convenzione (scaduta, ndr)". La convenzione

bruno-magatti"A tali condizioni non possiamo accettare - spiega l'assessore all'Ambiente, Bruno Magatti - Como non può sobbarcarsi il pagamento di costi altrui. Siamo disposti e interessati a proseguire il servizio solo se ci confermano le condizioni in vigore fino ad oggi. Aspettiamo una risposta dalla Provincia e stante i loro obblighi istituzionali ci aspettiamo che metteranno a disposizione le risorse".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Battello spazzino, ultimatum di Magatti: "La Provincia paghi o niente pulizia del lago"

QuiComo è in caricamento