Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Bancomat saccheggiati, ecco come facevano

Da alcune settimane i bancomat della Brianza e della Bassa Comasca erano stati presi di mira da una banda di ladri che utilizzavano un ingegnoso metodo, quello cosiddetto "della forchetta". Una forcina (cioè la "forchetta") molto sottile in...

Da alcune settimane i bancomat della Brianza e della Bassa Comasca erano stati presi di mira da una banda di ladri che utilizzavano un ingegnoso metodo, quello cosiddetto "della forchetta". Una forcina (cioè la "forchetta") molto sottile in metallo viene inserita nella bocca erogatrice del Bancomat. La forchetta intercetta e blocca le banconote contenute nel bancomat che girano quando viene fatta un'operazione. Quando il ladro usa la forchetta, attiva un'operazione anche da pochi euro, ma intercetta tutte le banconote che nel frattempo girano nella cassa. Ogni colpo di questo tipo può fruttare mediamente 300/350 euro.

Questo è il metodo che utilizzavano i due ladri rumeni arrestati dai carabinieri di Lomazzo lo scorso sabato pomeriggio a Lomazzo, in via Trento. I militari, infatti, sono intervenuti chiamati dagli impiegati della Banca di Legnano che si erano accorti del tentativo di manomissione del bancomat. La pattuglia ha sorpreso i due malviventi che uscivano dallo sportello della Banca con 500 euro appena rubati. Alla vista dei militari i due hanno tentato di fuggire. Uno è stato immediatamente bloccato e tratto in arresto; l'altro, dopo aver percorso alcune centinaia di metri ed aver scavalcato anche una recinzione privata, è stato raggiunto e bloccato da un militare della pattuglia. Hanno 38 e 26 anni e risultano senza fissa dimora. Sono stati arrestati e processati con rito direttissimo. per entrambi condanna a 8 mesi che solo il 26enne sconterà ai domiciliari, mentre l'altro è libero.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancomat saccheggiati, ecco come facevano

QuiComo è in caricamento