menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
consiglio-provinciale-8set15-2

consiglio-provinciale-8set15-2

Assenze di massa: in Provincia salta l'assemblea dei sindaci sul bilancio

I sindaci comaschi disertano in massa e l'assemblea dei sindaci convocata per oggi a Villa Saporiti va deserta. Scenario lunare quello vissuto oggi nella sede dell'amministrazione provinciale, dove l'organo collegiale costituito da tutti i primi...

I sindaci comaschi disertano in massa e l'assemblea dei sindaci convocata per oggi a Villa Saporiti va deserta. Scenario lunare quello vissuto oggi nella sede dell'amministrazione provinciale, dove l'organo collegiale costituito da tutti i primi cittadini del territorio era convocato per la discussione e la votazione - atto peraltro senza alcun valore vincolante - del bilancio 2015 (quadrato grazie agli avanzi di amministrazione dell'anno precedente, ma con parere negativo dei revisori dei conti). Nonostante il tema non secondario, comunque, le assenze sono state tantissime: hanno presenziato soltanto 47 sindaci comaschi sui 154 della provincia. Sarebbe servita almeno la presenza di 52 fasce tricolori ma non si è riusciti a raggiungere nemmeno il numero minimo, a dispetto della raffica di telefonate partite da via Borgovico verso numerosi municipi nel tentativo di reclutamenti dell'ultimo minuto. Ecco, quindi, che dopo un'oretta di vana attesa da parte della presidente della Provincia, Maria Rita Livio, e dei 47 presenti, non è rimasto altro da fare che sciogliere le fila per assenza del numero legale, naturalmente non senza delusione e borbottii di chi invece aveva rispettato l'impegno. L'appuntamento per un secondo tentativo è fissato per lunedì prossimo alle 18, ma va specificato che anche se in quell'occasione le assenze prevalessero, il consiglio provinciale voterà comunque il documento nella seduta del giorno dopo (come detto, l'assemblea dei sindaci ha poteri unicamente consultivi).

L'esito di oggi non ha comunque mancato di suscitare qualche critica di natura politica e ad esprimerla è il consigliere provinciale di Forza Italia, Domiziana Giola, presente per assistere all'incontro. "E' l'ennesima dimostrazione di come la presunta riforma del governo ha ridotto veramente le Province - afferma Giola - Anche la presidente Livio dovrebbe prendere atto del segnale lanciato oggi da molti sindaci comaschi, che rinunciando a partecipare dimostrano sempre maggiore disaffezione verso l'ente e se ne sentono lontani, non coinvolti. L'aver reso definitivo tramite il nuovo statuto il mero ruolo consultivo dell'assemblea dei primi cittadini, inoltre, di sicuro non incentiva la partecipazione come i fatti di oggi dimostrano in maniera chiara".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

social

Lago di Como, cinque trattorie all'aperto con vista mozzafiato

social

I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento