Gravedona, droga e soldi in casa: arrestato spacciatore

In manette è finito un 32enne

Aveva in casa droga e strumenti per confezionare e tagliare gli stupefacenti, nonchè 2mila euro in contati ritenuto provento dell'attività di spaccio. Per questo un 32enne residente a San Siro ma domiciliato di fatto a Gravedona è stato arrestato sabato 14 aprile 2018 dai carabinieri di Menaggio.
 

La perquisizione

In casa i carabinieri hanno trovato 6,57 grammi di cocaina suddivisa in 6 dosi, 2 grammi di hashish divisi in due dosi, 2.150 euro in contanti ritenuti provento dell'attività illecita di spaccioo, oltre a strumenti per il confezionamento e taglio della sostanza stupefacente. Ma i militari hanno anche trovato un proiettile calibro 44 magnum detenuto illecitamente.
Il 32enne è stato quindi arrestato con l'accusa di produzione, traffico e dentenzione illeciti di stupefacenti ai fini di spaccio, oltre che per detenzione abusiva di munizioni. Si trova rinchiuso nel carcere Bassone di Como a disposizione dell'autorità giudiziaria.

L'indagine

Le indagini del nucleo operativo erano state avviate a fine 2017 e facevano parte di un'attività di controllo dello spaccio nell'area del porlezzese e dell'alto lago eseguita in collaborazione con i militari della stazione di Alta Valle Intelvi e con l'ausilio dell'unità cinofila specializzata nell'antidroga del nucleo cinofili dei carabinieri di Casatenovo (Lecco). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

  • Omicidio in piazza San Rocco a Como: ucciso don Roberto Malgesini

  • A Como la gara a chi mangia più arrosticini: il record da battere è 51

  • Chi era don Roberto Malgesini: un vero prete "di strada", in aiuto dei più deboli

  • I 7 migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Lo ha ucciso con un coltello: chi è l'assassino di Don Roberto Malgesini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento