Ponte Chiasso, latitante arrestato alla dogana grazie a un controllo anti-covid

Condannato per traffico di stupefacenti, deve scontare 6 anni di reclusione

Foto di repertorio

Ha cercato di oltrepassare la frontiera italo-svizzera di Ponte Chiasso affermando di volersi ricongiungere ai famigliari residenti in Umbria ma i controlli anti-covid della guardia di finanza lo hanno incastrato. Le fiamme gialle in servizio alla dogana hanno svolto approfondimenti sul cittadino 35enne italodominicano proveniente dalla Germania e hanno scoperto che si trattava di un latitante. L'uomo, infatti, era stato condannato a 6 anni di reclusione per traffico di sostanze stupefacenti e su di lui pendeva un mandato di cattura emesso dalla Procura di Perugia. Inoltre, l'uomo doveva pagare una multa da 30mila euro sempre a seguito dello stesso processo penale per droga. Come se non bastasse il 35enne doveva anche scontare 1 mese e 10 giorni di reclusione (e pagare un'ammenda da 1.200 euro) per il reato di guida in stato di ebbrezza. Dunque, i finanzieri hanno arrestato l'uomo e lo hanno portato al carcere Bassone di Como dove sconterà la pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

Torna su
QuiComo è in caricamento