Arrestato don Marco Mangiacasale per violenza sessuale su una minore

Prete arrestato a Como: per Don Marco Mangiacasale, ex parroco di San Giuliano e attuale economo della diocesi di Como, accusa pesantissima. Violenza continuata su una minorenne. La denuncia è stata sporta dai genitori della ragazza il 28 febbraio...

marco-mangiacasale

Prete arrestato a Como: per Don Marco Mangiacasale, ex parroco di San Giuliano e attuale economo della diocesi di Como, accusa pesantissima. Violenza continuata su una minorenne. La denuncia è stata sporta dai genitori della ragazza il 28 febbraio. Sembra che gli abusi sessuali si sarebbero protratti per anni, tra l'inverno 2008 e il febbraio 2012. L'avvocato difensore di Mangiacasale è Renato papa, noto penalista comasco. Lunedì il prete sarà ascoltato dal giudice. Riassumiamo qui di seguito la vicenda.

L'arresto

Mercoledì 7 marzo 2012 nel primo pomeriggio su ordinanza di custodia cautelare gli uomini dei carabinieri e della guardia di finanza hanno arrestato don Marco Mangiacasale mentre si trovava ad Abbadia Lariana (Lecco) per un impegno legato alla sua funzione. Il prete è stato condotto prima a casa sua per una perquisizione che ha portato al sequestro di materiale informatico (anche un iPad e un computer portatile che saranno esaminati). Poi è stato condotto in carcere, al Bassone di Como.Dove è guardato a vista per paura che possa commettere atti di autolesionismo. Don Marco sarà interrogato lunedì dal giudice.

L'accusa di violenza su minore

Don Marco Mangiacasale è accusato di violenza su una minorenne. La ragazzina si sarebbe confidata con l'attuale parroco di San Giuliano (Como centro), don Roberto, che sostituiì don Marco un paio di anni fa, raccontandogli di avere subito ripetuti abusi sessuali. Don Roberto avrebbe quindi messo al corrente di tutto i genitori della ragazza i quali il 28 febbraio scorso hanno sporto denuncia. Secondo l'accusa le violenze sessuali si sarebbero protratte dall'inverno del 2008 fino al febbraio 2012, cioè fino a una decina di giorni prima dell'arresto di don Marco.

Chi è don Marco Mangiacasale

Don Marco Mangiacasale, 48 anni (foto da Facebook), è stato parroco della parrocchia di San Giuliano, che si trova in centro a Como, nella zona di via Monti e via Zezio. Fu trasferito per un breve periodo a Lomazzo, poi il vescovo di Como, Diego Coletti, lo ha chiamato a ricoprire il ruolo di economo della curia. Don Marco è stato sempre molto amato e stimato dalle famiglie di parrocchiani, considerato di grande cultura e intelligenza, tanto che proprio per queste sue qualità sembra che il vescovo lo abbia voluto accanto a sé nella gestione del patrimonio economico della diocesi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Avatar anonimo di Pierluigi
    Pierluigi

    Penso che episodi come questo continueranno a ripetersi fino a quando la Chiesa non porrà fine al vincolo di celibato per i sacerdoti. Non se ne capiscono le ragioni, è contro la natura dell'uomo.

  • Avatar anonimo di Mattia
    Mattia

    Caro Marino purtroppo ho smesso di credere in Dio da molto tempo ormai... fosse stato per me, mio figlio non l'avrei nemmeno fatto battezzare! Costretto dalla madre :-). Credo però nell'amicizia e non farò mai mancare il mio supporto a quell'uomo. Qualsiasi terribile errore possa avere commesso. Glielo devo. Ciao Mattia

  • Avatar anonimo di Angy
    Angy

    Sono veramente addolorata, conosco don Marco da una vita....e non ci sono parole!!! Ha sempre fatto del bene, gli sono vicina con la preghiera e l'affetto. Spero sia fatta chiarezza presto!!!

  • Avatar anonimo di Giuseppe
    Giuseppe

    Io ho conosciuto Marco da giovane, tanti anni fa, appassionatissimo arbitro del CSI. Spero che tutto si possa chiarire e che, in caso contrario, risponda delle sue azioni così come credo lui stesso sarebbe d'accordo. Rimane cmq il fatto che il mondo è pieno di povertà umane....nessuno scagli la prima pietra e si guardi....la propria coscienza.

  • Avatar anonimo di marino
    marino

    caro mattia, penso che il dolore maggiore in questo momento apprtenga proprio alle persone che a vario titolo sono state vicino a questo uomo di dio. se dio a mandato suo figlio per i peccatori, non ha fatto distinzione, sono compresi anche i nostri sacerdoti. ciao. non sono un sacerdote ma un papa' di tre figlie. una preghiera.

  • Avatar anonimo di Mattia
    Mattia

    Io lo conosco, è stato quasi un fratello maggiore per me. Mi ha protetto, ha fatto del bene a molti. Alla fine di Aprile avrebbe dovuto battezzare mio figlio. Non voglio e non posso crederci. Fino a quando non ci sarà la condanna definitiva, o fino a quando lui non me lo dirà in faccia, io non potrò crederci. E se ci sarà la condanna, allora vorrò capire perchè un uomo così integerrimo ha fatto questo schifo... :-( sono devastato nell'anima.

  • Avatar anonimo di Plip
    Plip

    Se ha sbagliato paghi, e duramente com'è giusto che chi sbaglia deve pagare, aspettiamo l'indagine della magistratura per far luce sull'evento. Detto questo non facciamo d'ogni erba un fascio. Se il prete che in primo luogo è un uomo ha sbagliato non vuol dire che tutti i preti sbagliano. Già il fatto che l'accusa è partita da un altro prete a cui la stessa ragazza s'è confidata e di cui quindi si fidava, è la dimostrazione che non tutti siano così e di come sia sbagliato generalizzare!

  • Avatar anonimo di luisa
    luisa

    roba da preti, se non lo fanno psicologicamente lo fanno fisicamente ...

  • Avatar anonimo di Paolo
    Paolo

    solo mele marce o c'e' dell'altro ?

Notizie di oggi

  • Viabilità

    Frana a Claino con Osteno: strada provinciale a senso unico alternato

  • Politica

    25 Aprile a Como, provocazione di Nessi a Landriscina: "Una via a Moretti, il partigiano che uccise Mussolini"

  • Eventi

    Erba, inaugurata Agrinatura a Lariofiere

  • Erba

    Erba, caduta al Buco del Piombo: morta una donna

I più letti della settimana

  • Lyubon, ucraina: uccisa mentre camminava sul bordo della strada

  • Pericolo zecche a Como, ecco come proteggersi

  • Il ciclista Ballerini multato da un vigile a Como: ecco com'è finita in tribunale

  • Investita da un'auto: donna di 37 anni morta a Beregazzo con Figliaro

  • Cantù, un mitra da guerra rubato in auto nel parcheggio di Acqua e Sapone: arrestati

  • Como, incidente in via Napoleona: donna ferita

Torna su
QuiComo è in caricamento