menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vivevano in una struttura abbandonata di via Mulini: arrestati per rapina e aggressione

Due somali hanno picchiato e rubato il cellulare a un connazionale. Nascondevano anche bici rubate

La polizia della Questura di Como ha arrestato nella giornata del 24 febbraio 2021 due cittadini somali accusati di aggressione e rapina ai danni di un connazionale. I due uomini, di 27 e 26 anni, sono stati rintracciati grazie alla descrizione della vittima che ha raccontato di essere stato picchiato e derubato del telefono cellulare. 
I due extracomunitari, regolari su suolo italiano ma senza fissa dimora, sono stati trovati all'interno di una struttura abbandonata di via dei Mulini a Como dove vivevano. Inizialmente hanno cercato di fuggire ma poi si sono dovuti arrendere alla polizia. Gli agenti, dopo averli ammanettati, hanno perlustrato l'area e all'interno della struttura abbandonata hanno trovato non solo il cellulare rubato ma anche due mountain bike di marca Montana e Mirage sulla cui provenienza i due somali non hanno saputo fornire informazioni. Sono stati quindi arrestati con l'accusa di rapina, lesioni e ricettazione. La vittima è stata portata al pronto soccorso dove è stato medicato e dimesso con una prognosi di 7 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia in zona gialla (rafforzata) dal 26 aprile: cosa riapre

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid a Como, il bollettino del 17 aprile: 233 nuovi casi

  • Cronaca

    Parapendio caduto a Eupilio: ferito uomo di 60 anni

  • Coronavirus

    Il racconto del primo comasco vaccinato con Sputnik

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento