menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Bancomat (foto di repertorio)

Bancomat (foto di repertorio)

Rapine nel Comasco, costringevano le vittime a prelevare dal Bancomat: arrestate quattro persone

Si tratta di tre italiani e un albanese, che si sono resi protagonisti di diverse rapine nel Comasco da luglio a ottobre

Una vera e propria banda di ladri, minacciosi violenti e spregiudicati che agivano nel Comasco. Questo quanto emerso dalle minuziose indagini dei militari della Stazione dei Carabinieri di Lomazzo e di Appiano Gentile – Compagnia di Cantù che hanno condotto all'arresto cautelare di 4 persone. Si tratta di F.K., cittadino italiano, 39 enne, domiciliato in Appiano Gentile (CO); N.F., cittadino albanese, 31 enne, domiciliato a Como; M.F., cittadino italiano, 31 enne, domiciliato in Appiano Gentile; M.G., cittadina italiana, 31 enne, domiciliata a Lurate Caccivio, tutti per episodi connessi al reato di rapina aggravata in concorso.

Diverse le rapine contestate, avvenute tra il mese di luglio e il mese di ottobre 2020, eseguite con il medesimo modus operandi.

Le varie rapine 

- A Cirimido, il 09/07/2020, con volto coperto da mascherina e impugnando una pistola, si sono introdotti nella farmacia del paese, impossessandosi dell’incasso sottratto con minacce al titolare;
-  A Limido Comasco, il 23/07/2020, mediante minaccia a mano armata, hanno rubato l’incasso della cassa della farmacia del paese;
- A Cadorago, il 26/07/2020, mediante minaccia a mano armata e coprendosi il volto, si sono impossessati dell’incasso della cassa dell' In’S Supermercato
- Ad Appiano Gentile, il 17/10/2020, hanno fermato bruscamente e con violenza una persona alla guida della propria auto e, con scuse infondate, minacce e percosse, costringevano questa a salire a bordo con loro per recarsi ad uno sportello bancomat, dove, sempre mediante minacce di morte, si facevano consegnare il denaro prelevato.

Gli approfondimenti investigativi, dunque, hanno permesso di delineare gravi ed univoci indizi di colpevolezza a carico di queste persone, in concorso di reato tra loro e che, a vario titolo, si erano resi responsabili delle quattro rapine.
Attraverso attività tecniche, analisi di sistemi di videosorveglianza e alcune testimonianze, l’attività investigativa della Stazione di Lomazzo e Appiano Gentile, ha permesso di fornire un quadro completo della situazione, sfociato nell’emissione del provvedimento. I quattro sono quindi stati rintracciati presso i loro domicilii e sono stati condotti al Bassone. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Como e la Lombardia in zona arancione da lunedì 1 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento