Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Ticosa: com’è, come sarebbe dovuta essere, come sarà

Adesso, forse, sarà tutto un po' più chiaro: nella foto che proponiamo (in esclusiva per la prima volta a colori) si capisce bene l'impatto del progetto dell'area Ticosa sul paesaggio e, in particolare, sul cosiddetto cannocchiale di Sant'Abbondio...

IMG_0129

Adesso, forse, sarà tutto un po' più chiaro: nella foto che proponiamo (in esclusiva per la prima volta a colori) si capisce bene l'impatto del progetto dell'area Ticosa sul paesaggio e, in particolare, sul cosiddetto cannocchiale di Sant'Abbondio.

Com'è - Nella prima immagine a sinistra si vede la visuale dall'incrocio tra via Grandi e via Giulio Cesare: le montagne circostanti sono ben visibili così come pure la basilica di Sant'Abbondio con il suo doppio campanile. Nulla si intromette tra l'occhio di chi guarda e il paesaggio.

Come sarebbe dovuta essere - La seconda immagine mostra come sarebbe dovuto essere realizzato il progetto presentato da Multi (la ditta che ha vinto la gra per la riqualificazione dell'area ex Ticosa) che è in questi giorni in discussione in consiglio comunale. Come si può notare le montagne e la basilica di Sant'Abbondio scomparirebbero alla vista di chi guarda il famoso "cannocchiale". Ed è proprio per questo che è scoppiata la polemica in città: da più parti, sia dalla minoranza consigliare che dalla maggioranza (a anche da diverse categorie come gli architetti e lo stesso vescovo di Como Diego Coletti) è arrivata forte e chiara la richiesta di modificare il progetto per salvaguardare il cannocchiale di Sant'Abbondio.

Come sarà (forse) -Ed eccoci alla terza immagine: ritrae la potenziale modifica che Multi potrebbe apportare al progetto. in sostanza consiste nello spostare a sinistra l'alto edificio che avrebbe oscurato la vista del paesaggio da via Grandi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ticosa: com’è, come sarebbe dovuta essere, come sarà

QuiComo è in caricamento