"Aprite le frontiere". Migranti (e non solo) in protesta a due passi dalla dogana

Una sessantina di manifestanti hanno dato vita a un presidio di protesta in piazzale Anna Frank a Ponte Chiasso, a meno di duecento metri dalla dogana con la Svizzera. Mercoledì alle 17 un folto gruppo di giovani appartenenti ai cosiddetti "no...

 

Una sessantina di manifestanti hanno dato vita a un presidio di protesta in piazzale Anna Frank a Ponte Chiasso, a meno di duecento metri dalla dogana con la Svizzera. Mercoledì alle 17 un folto gruppo di giovani appartenenti ai cosiddetti "no borders" hanno preso l'autobus davanti alla stazione San Giovanni per recarsi all'appuntamento previsto, come detto, in piazzale Anna Frank. La manifestazione è stata regolarmente autorizzata dalla Questura. Tra i partecipanti c'erano anche e soprattutto giovani migranti che rientrano tra coloro che sono accampati alla stazione. Uno slogan regnava sovrano nella protesta: "Aprite le frontiere". Lo hanno scritto su cartelloni e striscioni, ma non solo. Anche sui loro stessi corpi in diverse lingue. La speranza è di sensibilizzare l'opinione pubblica sul problema della chiusura delle frontiere che impedisce a molti migranti giunti in Italia di guadagnare la via per il centro Europa dove, in molti casi, li attendono i loro familiari.

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento