Cronaca

Appartamenti invasi dai moscerini. Non si conosce la causa

Vetri, muri e soffitti ricoperti da moscerini. Le foto che alcuni abitanti di viale Roosevelt ci hanno inviato non rendono al meglio l'idea di quello che succede in quegli appartamenti. Già l'anno scorso un'ondata di piccoli insetti simili a...

Vetri, muri e soffitti ricoperti da moscerini. Le foto che alcuni abitanti di viale Roosevelt ci hanno inviato non rendono al meglio l'idea di quello che succede in quegli appartamenti. Già l'anno scorso un'ondata di piccoli insetti simili a zanzare aveva dato non pochi grattacapi agli inquilini. Poi con il freddo il fenomeno era andato via via scomparendo. Ora, complice il caldo (ma anche quasi sicuramente qualche ristagno d'acqua nella zona) i moscerini sono tornati ad assediare soprattutto gli appartamenti che si affacciano sull'area dell'ex Ticosa. La prima cosa che viene in mente è che l'origine dell'invasione di questi fastidiosi insetti possa essere il laghetto dell'ex Ticosa. L'assessore all'Ambiente, Bruno Magatti, ha però smentito categoricamente questa possibilità: "Il nostro settore ha compiuto le opportune verifiche ed è da escludere che il luogo in cui nascono e crescono questi insetti sia il laghetto sull'area della vecchia tintostamperia. Piuttosto riteniamo che provengano da ristagni d'acqua che si trovano in vicini cortili sempre di proprietà comunale ma di competenza del settore Patrimonio".

Bene, abbiamo chiesto anche all'assessore al Patrimonio, Marcello Iantorno, il quale oggi ha effettuato un sopralluogo sugli spazi comunali vicino a via Grandi e viale Roosevelt: "Non risultano situazioni che possano favorire il prolificare di questi insetti. Lo hanno anche verificato e confermato gli uffici del Patrimonio. Tuttavia non possiamo negare il problema lamentato dai cittadini quindi faremo ulteriori opportuni approfondimenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appartamenti invasi dai moscerini. Non si conosce la causa

QuiComo è in caricamento