Cronaca

Appalto rifiuti non aggiudicato, Econord fa causa al Comune

Econord ha fatto causa al Comune di Como per chiedere i danni per il mancato affidamento dell'appalto rifiuti e per chiedere che tale appalto sia a lei affidato. Si tratta di un ricorso al Tar, promosso come detto contro l'amministrazione...

Econord ha fatto causa al Comune di Como per chiedere i danni per il mancato affidamento dell'appalto rifiuti e per chiedere che tale appalto sia a lei affidato. Si tratta di un ricorso al Tar, promosso come detto contro l'amministrazione cittadina e, nel contempo, nei confronti della Aimeri Ambiente Srl. Econord e Aimeri avevano partecipato al bando del settore Ambiente di Palazzo Cernezzi pubblicato lo scorso 8 luglio 2010. Bando per affidare il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, per un importo di circa 8 milioni all'anno per dieci anni. La gara non aveva avuto esito in quanto la commissione aggiudicatrice dichiarò entrambe le domande inammissibili per indeterminazione dell'offerta economica.

Nella lente d'ingrandimento della commissione di gara erano finite le offerte per i servizi straordinari di pulizia. Secondo Econord la decisione della commissione di gara e la conseguente determinazione dirigenziale sarebbe illegittima. Il ricorso di Econord sostiene la regolarità della propria offerta e afferma che la domanda presentata da Aimeri conterebbe delle carenze che la rendono, invece, inammissibile. Da qui la richiesta nei confronti del Comune di risarcire i danni subiti e tutt'ora in corso a discapito di Econord. Allo stesso tempo Econord chiede che l'appalto venga a lei affidato. I datti non sembra che siano stati quantificati nel ricorso.

La gara d'appalto per l'affidamento del servizio rifiuti è proprio il motivo principale contenuto nella mozione di sfiducia all'assessore all'Ambiente Diego Peverelli, presentata da Donato Supino (Prc) e approvata dieci giorni fa. Proprio ieri sera la querelle delle dimissioni dell'assessore leghista sfiduciato è continuata in aula con un intervento in aula di Supino che ha insistito nell'affermare che l'uscita del Pdl al momento dell'aula è servita solo a evitare un figuraccia ancora peggiore nell'esito della votazione. Carlo Ghirri, ex leghista e ora consigliere di maggioranza del gruppo misto, ha dichiarato che se lui fosse stato in aula avrebbe sfiduciato sicuramente Peverelli.

Attualmente il servizio di gestione rifiuti è in carico ancora ad Econord grazie a due diverse proroghe decise dal Comune. Proprio il ritardo nell'affidamento dell'appalto è costato numerose critiche (e la sfiducia) all'assessore della Lega Nord Peverelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalto rifiuti non aggiudicato, Econord fa causa al Comune

QuiComo è in caricamento